Migliore in campo Icardi, protagonista assoluto del derby di Milan. Ma nell’Inter molto bene anche Vecino, Candreva e D’Ambrosio. Nel Milan positivi Borini, Suso e Bonaventura.

===Le pagelle del MILAN===

Gianluigi DONNARUMMA 6 – Sul gol può poco, anche perché non esce e subisce il destro ravvicinato di Icardi. Su secondo gol e rigore non riesce a compie miracoli. Nessuna grande parata.

Mateo MUSACCHIO 5 – Perde Icardi sul primo gol: bruciato dallo spunto dell’argentino. Sul secondo rallenta a capire il necessario raddoppio su Perisic. Poco reattivo, poco incisivo.

Leonardo BONUCCI 5 – Legge in ritardo il cross di Candreva per Icardi. Non dà sicurezza, non riesce a mantenere corte le linee di difesa e centrocampo. E anche in impostazione non brilla.

Alessio ROMAGNOLI 5 – Ammonito, falloso, spesso saltato. Dove è finito il difensore etichettato come “nuovo Nesta”? Disperso. (Dal 76’ LOCATELLI 6 – Nel finale. Porta vivacità e verticalizza. Poteva entrare prima)

Fabio BORINI 7 – Il più pericoloso tra i rossoneri nella prima frazione. Impegna Handanovic e prova sempre a proporsi. Nel secondo tempo non molla ed è protagonista in entrambi i gol. Migliore per distacco nel Milan.

Franck KESSIÉ 5,5 – Primo tempo poco convincente. Tanti errori, poca interdizione e solo un bel pallone in verticale per Borini. Esce all’intervallo. Primo derby senza acuti e con poco agonismo. (Dal 46’ CUTRONE 6 – Vivo, concentrato, con la voglia di spaccare il mondo. Non avrà esperienza, ma ha la voglia che molti si sognano)

Lucas BIGLIA 5,5 – Duello interessante con Borja Valero nella prima parte di gara, anche se perde un pallone sanguinoso in uscita, che Icardi gli ruba. Nel secondo tempo aumenta d’intensità, ma continua a non fare filtro. In realtà dovrebbe essere proprio lui a dare equilibrio.

Giacomo BONAVENTURA 6,5 – Un paio di accelerazioni nella prima frazione, qualche guizzo dei suoi. Nel secondo tempo entra nel secondo gol in modo decisivo. Positivo e in crescita.

Ricardo RODRIGUEZ 4,5 – Candreva è in serata e lui ne soffre la freschezza atletica. Nella ripresa pare salire di tono, ma commette la grave ingenuità al 90’: trattenuta netta su D’Ambrosio e rigore che Icardi trasforma. Da un giocatore con 47 presenze nella nazionale svizzera, non è ammissibile un errore del genere in un derby.

SUSO 6,5 – Poche scintille nei primi 45 minuti. Nella ripresa arretra e mette in difficoltà l’Inter. Il gol è stupendo. Tra le linee sa fare la differenza.

ANDRÉ SILVA 5,5 – Un colpo di testa sbilenco e un pallone rubato a Miranda (ma non concretizzato) nel primo tempo. Nella ripresa viene contenuto meglio e non riesce a rendersi pericoloso. Paradossale, visto che il Milan attacca di più. Nessun tiro nello specchio. L’altro numero 9 ne ha fatti 4 e ha segnato 3 gol. Confronto, per ora, impietoso.

ALL. Vincenzo MONTELLA 5 – Male nel primo tempo. Milan con poche idee e confuse. Nella ripresa inserisce subito Cutrone e il Milan cambia faccia. Buona la reazione, ma alla fine perde ancora. Errori individuali, ma anche il collettivo nella panoramica sui 90 minuti non convince. Il Diavolo non funziona ancora. E siamo a metà ottobre.

Suso - Inter-Milan - 2017

Suso – Inter-Milan – 2017Getty Images

===Le pagelle dell’INTER===

Samir HANDANOVIC 6,5 – La grandissima parata su Bonaventura, quando il punteggio era 1-1, risulta fondamentale. Non perfetto sul 2-2, ma era vicino al miracolo anche in quella occasione.

Danilo D’AMBROSIO 7 – Ottima intesa con Candreva a destra. Contiene le rare incursioni di Rodriguez e si procura anche il rigore decisivo. Molto bene.

Milan SKRINIAR 6,5 – Ancora una prova matura. Mette pezze anche quando Miranda sbanda. Un acquisto davvero azzeccato.

MIRANDA 5,5 – Parte male, quasi annebbiato, si fa ammonire. Stranamente insicuro, non sicuramente sufficiente.

Yuto NAGATOMO 5,5 – Un po’ in difficoltà. Borini dal suo lato eccelle. Non si nota nella fase propositiva, dietro si arrangia. 25 palloni persi sono tanti.

Roberto GAGLIARDINI 6 – Molto attento nella fase di non possesso. Lotta, vince duelli aerei e copre quando si alza Vecino. Diligente.

BORJA VALERO 5,5 – Poco al centro del gioco (solo 36 palloni giocati in 85 minuti). Vaga alla ricerca della posizione, senza mai trovarla. Un faro spento. (Dal 85’ EDER SV)

Antonio CANDREVA 7 – In avvio scheggia una traversa con una grande giocata. Poi il cross splendido per il gol di Icardi. Tante buone iniziative a destra. Esce tra i meritatissimi applausi. (Dal 73’ CANCELO 5,5 – In ritardo sul 2-2 rossonero. Non entra bene nel match. Ingenuo e affannato)

Matias VECINO 7,5 – Duro e tosto in mediana. 10 possessi guadagnati, 7 contrasti. Rimedia un giallo, ma non si scompone. Corre, contrasta, raddoppia. Alcune cavalcate ricordano il miglior Nainggolan. Prestazione da gran giocatore.

Ivan PERISIC 6,5 – Bene anche lui. L’assist per Icardi è frutto di un traversone d’oro, a sinistra è sempre una minaccia.

Mauro ICARDI 9 – Gol con il primo tocco in area. Solito implacabile rapace negli ultimi 10 metri. Nella ripresa timbra ancora, con uno splendido destro al volo e poi firma il rigore decisivo per il 3-2 finale. Attaccante regale, leader in ogni area di rigore. (Dal 92′ SANTON SV)

ALL. Luciano SPALLETTI 7 – Vince ancora. Nel primo tempo Inter solida e compatta. Nella ripresa qualche passaggio a vuoto. Sta girando tutto bene, ma anche lui ha meriti nella gestione e nella mentalità che ora ha acquisito l’Inter.

Sorgente: Le pagelle di Inter-Milan 3-2 – Serie A 2017-2018 – Calcio – Eurosport

Leave a Reply

Your email address will not be published.