Sei punti dopo 8 giornate e il patron ha deciso per il cambio. Non ancora deciso il sostituto. In prima fila Iachini e Oddo. Ma potrebbero rientrare anche Guidolin e addirittura Reja

Massimo Rastelli, 48 anni.
Tommaso Giulini ha esonerato Massimo Rastelli. La telefonata del patron ha raggiunto l’allenatore del Cagliari poco dopo le 9. Giulini si era preso 36 ore di tempo dopo il 3-2 per il Genoa alla Sardegna Arena. In mente quattro sconfitte di fila (tre in casa), giocatori sotto tono, opachi, sconclusionati, parte della tifoseria contro. A stretto giro si conoscerà il sostituto. Anche perché non c’è tempo da perdere: la squadra si ritrova ad Asseminello alle 15 per aprire la settimana che porta alla Lazio, domenica all’Olimpico nel posticipo. I nomi più gettonati sono quelli di Iachini e Oddo. Ma potrebbero rientrare anche Guidolin e addirittura Reja, capace di portare il Cagliari in A nel 2003/04. Ballardini avrebbe detto no, rimarcando che con il club ha una causa in corso. Il rebus verrà sciolto a breve. Senza trascurare una possibile soluzione interna che passa dal direttore del settore giovanile Mario Beretta, con il tecnico della Primavera Max Canzi, per vice.
NUMERI INCONTROVERTIBILI — Eppure lo scorso anno tra Rastelli e il Cagliari erano state rose e fiori con la promozione centrata la primo colpo con record di vittorie, gol e punti mai visti nella storia della società (neanche nell’undici dalla B alla A che fu guidato da Zola), in testa sia al girone d’andata sia al ritorno. Nella riconferma con esordio in panca nella massima serie, Rastelli aveva compiuto un miracolo: undicesimo con 47 punti, a una lunghezza dalla Samp e con più vittorie dei doriani e del Torino di Mihajlovic, nono. Tutt’altra storia quest’anno. I numeri sono incontrovertibili. E non va scordata la qualità delle prestazioni di avvio stagione: un’ora buona con la Juve, Milan dominato a San Siro, vittorie in casa con il Crotone e fuori con la Spal. Poi, si è spenta la luce.

Sorgente: Cagliari, Giulini esonera Rastelli. Tra Iachini