Amazon, Samsung e Huawei bocciate, mentre Apple incassa buoni voti. A dare le pagelle della sostenibilità nell’hi-tech è Greenpeace Usa. In un nuovo rapporto, gli ambientalisti hanno analizzato l’impronta ambientale di 17 big, che insieme nel 2016 hanno generato emissioni per 103 milioni di tonnellate di CO2, pari a quelle della Repubblica Ceca.Le aziende sono state valutate su tre parametri: riduzione delle emissioni attraverso le energie rinnovabili, uso di materiali riciclati ed eliminazione di sostanze chimiche pericolose. Tra i 17 costruttori di smartphone, tablet e computer, sono 11 i bocciati.La performance peggiore è delle cinesi Xiaomi, Vivo e Oppo, protagoniste del mercato globale degli smartphone, seguite a ruota da Amazon. Tutte prendono la valutazione peggiore, cioè F.La classifica, dal basso, prosegue con Samsung, Asus, Huawei, Google, Sony, Lg e Acer, con punteggi tra il D- e il D+.La sufficienza è stiracchiata per Lenovo e Microsoft, mentre è piena per HP e Dell. Apple, con voto B-, è seconda. Al primo posto, con una B, c’è Fairphone, una fondazione olandese che commercializza uno smartphone modulare creato con materiali provenienti da commercio equo e solidale e assemblato da lavoratori che godono dei diritti sindacali.

Sorgente: Greenpeace boccia Amazon, Samsung e Huawei su sostenibilità – Green Economy – ANSA.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.