Il governo spagnolo ritiene che il presidente catalano, Carles Puigdemont, non abbia risposto alle richieste di Madrid e andrà avanti nell’applicazione dell’articolo 155, che prevede il commissariamento della Catalogna. Un Consiglio dei ministri straordinario, convocato il 21 ottobre, approverà l’attivazione dell’articolo 155, che sarà poi sottoposta al voto del Senato, per “ristabilire l’ordine costituzionale in Catalogna”, ha annunciato il portavoce dell’esecutivo Inigo Mendez de Vigo.Nella lettera inviata al premier Mariano Rajoy per rispondere al secondo ultimatum di Madrid, Puigdemont ha chiesto “la fine delle repressioni in Catalogna” e ha invitato al dialogo il governo centrale, sottolineando tuttavia che attiverà le dichiarazioni di indipendenza in caso di applicazione dell’articolo 155.

Sorgente: Madrid tira dritto