Tutto esaurito allo “Zini” per la sfida fra Cremonese e Brescia. Sarà proprio il derby lombardo ad aprire la decima giornata di campionato. La formazione di Attilio Tesser arriva dal successo in casa del Cittadella, arrivato con la doppia inferiorità numerica. I tre punti del “Tombolato” hanno interrotto un’assenza di vittorie dei grigiorossi che durava dal 9 settembre scorso quando travolsero al “Piola” la Pro Vercelli per 4-1. Da quel momento quattro pareggi e una sconfitta. 10 punti in classifica per il Brescia, tre in meno dei cremonesi, che ha già cambiato guida tecnica. L’arrivo di Pasquale Marino sulla panchina delle Rondinelle non ha invertito il trend negativo, vista la sconfitta casalinga contro il Novara per 1-0 di sabato scorso. Nelle ultime sette partite i biancoblu hanno vinto soltanto una volta, contro il Perugia al “Rigamonti” e non segnano dalla partita di Terni, pareggiata per 1-1 contro le Fere umbre. I precedenti invece sorridono proprio al Brescia che nelle ultime due partite allo “Zini” hanno pareggiato, 1-1 nel 2006 con gol di Garzon per i padroni di casa e di Possanzini per gli ospiti, e vinto nel 1999, 1-0 con rete di Bizzarri. Per scovare una vittoria della Cremonese nel derby lombardo bisogna andare indietro di 29anni: era infatti il 1988 e i grigiorossi si assicurarono il successo grazie alla rete messa a segno da Alviero Chiorri. L’incontro sarà diretto dal signor Luigi Pillitteri della sezione arbitrale di Palermo.

COME ARRIVA LA CREMONESE – Attilio Tesser dovrà fare i conti con diverse assenze per il derby di questa sera. Arini e Renzetti, espulsi sabato scorso a Cittadella non saranno a disposizione al pari di Croce e Salviato, entrambi infortunati. In porta ci sarà come sempre Ujkani mentre Almici si prenderà la corsia destra. Al centro della retroguardia giocherà la coppia formata da Clayton dos Santos e Canini con Procopio, già subentrato nella gara del “Tombolato”, a sinistra. La diga di centrocampo sarà composta Pesce e Cavion e uno fra Cinelli e Scarsella. Sulla trequarti Piccolo avrà il compito di innescare la coppia di attaccanti formata da Mokulu e Paulinho.

COME ARRIVA IL BRESCIA – Pasquale Marino è sempre più orientato a cambiare modulo. Dal 3-5-2 di Boscaglia si dovrebbe passare al 4-3-3. Non sono stati convocati per la gara dello “Zini” gli infortunati Torregrossa, Coppolaro e Checchin oltre allo squalificato Ferrante. In porta ci sarà Minelli mentre in difesa i centrali dovrebbero essere Meccariello e Gastaldello con Cancellotti, in vantaggio su Bandini, a destra e Longhi a sinistra. In cabina di regia ci sarà Bisoli supportato da una parte da Machin, in ballottaggio con Martinelli, e Ndoj dall’altra. In attacco invece potrebbe non essere concessa una chance dal primo minuto per Caracciolo, allora possibile chance per Rinaldi con Rivas da una parte e Cattaneo dall’altra.

LE PROBABILI FORMAZIONI

CREMONESE (4-3-1-2): Ujkani; Almici, Clayton, Canini, Procopio; Cinelli, Pesce, Cavion; Piccolo; Mokulu, Paulinho. A disposizione: Ravaglia, D’Avino, Garcia Tena, Marconi, Macek, Scarsella, Castrovilli, Perrulli, Brighenti, Scappini. Allenatore: Attilio Tesser.

BRESCIA (4-3-3): Minelli; Cancellotti, Meccariello, Gastaldello, Longhi; Machin, Bisoli, Ndoj; Rivas, Rinaldi, Cattaneo. A disposizione: Andrenacci, Pelagotti, Somma, Martinelli, Caracciolo, Lancini, Cortesi, Dall’Oglio, Bagadur, Di Santantantonio, Furlan, Bandini. Allenatore Pasquale Marino.

 

Sorgente: Le probabili formazioni di Cremonese-Brescia – Marino passa al 4-3-3 – TUTTOmercatoWEB.com