Andrea Dovizioso partirà soltanto dall’undicesima posizione nel GP d’Australia, e dovrà effettuare una gara interamente all’attacco per recuperare velocemente su Marc Marquez, che scatterà invece dalla pole position. “La pista non è l’ideale per i sorpassi, ma non mi spaventa: ci devo provare”. Rossi: “La spalla sta bene, quando guido sono al 100%”.

Andrea Dovizioso sperava in una qualifica del GP di Australia migliore. L’undicesimo posto a 1,110 secondi di distacco dal rivale diretto in ottica titolo, Marc Marquez, non può certo soddisfare il pilota romagnolo, che sa già che domani dovrà disputare una gara a tutta per rimontare e per provare a compiere una nuova impresa. Il suo giudizio sulle qualifiche è amaro:

” Purtroppo la caduta nella FP4 (scivolata in fondo al tornantino in discesa) ha condizionato pesantemente la mia giornata. Da quel momento in avanti non ho più trovato il giusto feeling, che invece avevo in precedenza. Purtroppo in questa pista è fondamentale. Siamo su un tracciato nel quale devi far scorrere la moto ed avere grande fiducia sull’anteriore. Per questo motivo non ho guidato bene.”

A livello di passo gara, invece, la situazione sembra migliore. Tutto sommato siamo messi bene. Questa mattina molti piloti hanno messo in mostra ottimi tempi, ma solamente perchè usavano le Soft. Non credo proprio che domani sia la mescola da gara, per cui vedremo con le Medium come saranno i valori. Con questa gomma mi sono trovato bene e solamente Marc Marquez ha dimostrato di avere un ritmo migliore”.

Andrea Dovizioso (Ducati) durante le qualifiche del GP di Australia a Phillip Island, 2017

Andrea Dovizioso (Ducati) durante le qualifiche del GP di Australia a Phillip Island, 2017Getty Images

Il portacolori della Ducati ha già ben chiaro in mente come sarà il suo GP.

” Partire undicesimo è ovviamente un limite, ma ormai non si può più tornare indietro, per cui meglio pensare a domani. Dovrò recuperare posizioni in poco tempo perchè si rischia di perdere decimi pesanti rispetto ai primi. Ricordo bene la gara della passata stagione. Anche in quel caso, dopo una brutta qualifica, risalii fino al quarto posto, per cui non mi spavento. La pista non è ideale per i sorpassi, ma ci devo provare. “

Come bisogna affrontare Phillip Island? “Bisogna guidare fluidi, su questo circuito è un aspetto fondamentale e necessario. Sia perchè ti permette di sfruttare la giusta velocità, sia per il consumo degli pneumatici. Non bisogna assolutamente abusare delle gomme, specie al posteriore, dato che subiscono un notevole consumo”.

Marquez: “Il mio approccio non cambia anche se Dovizioso è 11°”

Soddisfatto e sereno, invece, Marc Marquez dopo la pole position. Il Cabronçito ha dato ancora una volta dimostrazione di gradire particolarmente il tracciato di Phillip Island e, visti i problemi di Andrea Dovizioso (11°), la gara di domani potrebbe essere decisiva in chiave iridata, mancando tre appuntamenti alla fine del campionato.

Mi sentivo bene sulla moto e su questa pista bisogna fare attenzione scegliendo di fare la differenza nel momento giustoNel mio tentativo volevo stare da solo per non dare troppo una mano ai miei avversari. L’approccio della gara non cambia anche se Andrea Dovizioso è 11°. Io mi sento bene sull’asciutto e darò il 100%, mentre sul bagnato, nel caso, bisognerà vedere. Sulla scelta degli pneumatici c’è incertezza ma sono competitivo sia con le morbide che con le medie”.

Rossi: “Quando guido sono al 100%”

“Sono contento perché sono riuscito a passare la Q1, che è sempre un po’ una trappola, partire da lì dietro sarebbe stato un problema. Avrei voluto fare un po’ meglio, sono arrivato subito a fare un tempo abbastanza buono ma non sono riuscito a migliorare, ero un po’ troppo al limite in entrata di curva. Ancora c’è da lavorare”. E’ il commento di Valentino Rossidopo l’esito delle qualifiche del Gran Premio di Australia, chiuse dal pilota della Yamaha con il settimo tempo. Il ‘Dottore’ si proietta alle strategie per la gara di domani: “C’è un dubbio sulla gomma davanti, perché si potrebbe anche correre con la morbida, vediamo, ed un grande dubbio per la gomma dietro. Con la soft c’è più grip e tutti ci proveranno facendo i loro calcoli anche perché la gara è molto lunga”, ha spiegato ai microfoni di Sky Sport. “In condizioni medie siamo davvero un po’ in difficoltà. Spero che ci sia il meteo di oggi pomeriggio, che era bello, così almeno possiamo fare una gara vera”. Rossi ha poi rassicurato sulle sue condizioni fisiche:

” La spalla non ha subito danni, sto bene. Quando guido sono al cento per cento”

Sorgente: Dovizioso: “Anche l’anno scorso partii indietro e arrivai quarto: ci devo provare” – Gran Premio dell’Australia 2017 – MotoGP – Eurosport