Una tripletta del tedesco guida il roboante successo della squadra di Allegri sull’Udinese. Vantaggio di Perica, poi autorete di Samir e primo gol di Khedira. Ma al 26′ viene espulso Mandzukic. Danilo firma il 2-2 a inizio ripresa, ma poi la Juventus si scatena: Rugani, doppietta di Khedira e Pjanic a chiudere il set. Napoli a soli 3 punti di distanza in classifica

 

La Juventus c’è, è viva e non ha alcuna intenzione di abdicare anticipatamente. La prova di forza di Udine, contro un’Udinese con evidenti problemi difensivi, può rappresentare uno spartiacque decisivo nel campionato bianconero. Perché sotto di un uomo dal 26′ (espulso Mandzukic per proteste), dopo aver subito il 2-2 su palla inattiva, i campioni d’Italia in carica si sono scatenati nel secondo tempo, nel momento che psicologicamente poteva sembrare peggiore. Sei gol, in trasferta, in un campo dove nello scorso campionato era arrivato un pareggio sofferto. Dietro c’e ancora qualcosa da sistemare (altri due gol presi), ma la Juventus c’é.

Sami Khedira Udinese Juventus 2017

Sami Khedira Udinese Juventus 2017LaPresse

LA CRONACA

Il primo tempo è una girandola di emozioni. La Juventus viene colpita subito da Perica, che si invola in una ripartenza guidata da Fofana, fa secco Chiellini e incrocia il sinistro dell’1-0 friulano. La squadra di Allegri, però, reagisce subito. Pjanic calcia alto da fuori e poi pennella un corner che Samir, in modo decisamente avventato, manda di testa nella propria porta. Al 20′ la Juve ribalta la situazione: Dybala allarga per Cuadrado che crossa in mezzo per l’accorrente Khedira, con di testa firma l’1-2. Pare in discesa la situazione per i campioni d’Italia e invece al 26′ la Juventus rimane in 10 uomini: su un cross di Higuain contatto tra Adnan e Mandzukic (il fallo dell’iraniano era da rigore, ma il Var non ha ritenuto chiaro l’errore per intervenire), diverbio, ammonizione per entrambi. Il croato si infuria, dice qualche parolina di troppo e viene espulso da Doveri. L’Udinese da quel momento prende il comando del gioco, attacca e Buffon, per ben tre volte, deve parare in modo strepitoso per portare la sua squadra all’intervallo in vantaggio: due volte su Jankto, una su un cross deviato di Hallfredsson. Monumentale il capitano bianconero.

Sami Khedira Juan Cuadrado Udinese Juventus 2017

Sami Khedira Juan Cuadrado Udinese Juventus 2017LaPresse

La ripresa si apre con il 2-2 di Danilo, che stacca perfettamente indisturbato sulla punizione-cross di De Paul. Ma la Juventus reagisce ancora e al 52′ trova il 3-2: stavolta l’assist da fermo è di Dybala per Rugani.Colpo di testa che bacia il palo ed entra. Poco dopo la formazione torinese segna anche il quarto gol: punizione di Dybala, stacco in mezzo di Rugani per il tiro di Khedira, che firma la sua doppietta e il poker della Juve. L’Udinese si spegne, mentre la Juventus cerca addirittura il quinto gol. Nel finale Alex Sandro tocca in area Larsen: pare rigore, ma Doveri lascia correre e il Var non interviene. Maxi Lopez va vicino al palo con un destro a sei minuti dal termine. Ultimo squillo dell’Udinese, prima del terzo sigillo personale di Khedira, che con un destro incrociato firma la sua tripletta e conclude un match giocato da vero trascinatore. Pjanic prima del fischio finale, con un tiro da fuori leggermente deviato, mette la parola fine sul 6-2 finale.

LA STATISTICA CHIAVE

La Juventus non subiva un’espulsione in campionato da maggio 2016 (Alex Sandro col Verona).

IL MIGLIORE

Sami KHEDIRA – Inserimento centrale, colpo di testa, gol. Tutto semplice se ti chiami Sami Khedira. Poi firma anche secondo e terzo gol, con due destri precisi. Avrà muscoli delicati, ma quando sta bene resta uno dei migliori centrocampisti al mondo. Tripletta da trascinatore.

IL PEGGIORE

SAMIR – L’autorete è tragicomica. Salta altissimo anticipando tutti, ma infila la propria porta in modo improbabile. Soffre le accelerazioni di Cuadrado, viene ammonito, pare in difficoltà costante.

IL TABELLINO di Udinese-Juventus 2-6

UDINESE (4-4-2): Bizzarri; Ali Adnan (Dal 72′ Larsen), Danilo, Nuytinck, Samir (Dal 67′ Pezzella); De Paul, Hallfredsson, Fofana, Jankto; Maxi López, Perica (Dall’81’ Bajic). All. Delneri

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner (Dal 87′ Bernardeschi), Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Pjanic; Cuadrado (Dal 79′ Barzagli), Dybala (Dal 68′ Douglas Costa), Mandzukic; Higuain. All. Allegri

Arbitro: Doveri di Roma

Gol: 8′ Perica (U), 14′ aut. Samir (J), 20′, 59′ e 87′ Khedira (J), 48′ Danilo (U), 52′ Rugani (J), 90′ Pjanic (J)

Ammoniti: Adnan, Samir, Perica, Danilo, Hallfredsson, Cuadrado, Fofana

Espulsi: al 26′ Mandzukic (J) per proteste. Allontanato Delneri (U) al 50′ per proteste.

Sorgente: Juventus e Khedira, reazione show: vince 6-2 a Udine in 10 contro 11 – Serie A 2017-2018 – Calcio – Eurosport