Osservate bene questa mappa italiana pubblicata su Reddit. Vi sono espressi tutti gli stereotipi per niente “politically correct” che sono legati al nostro Paese. Tra irriverenza, fantasia e verità, il quadro che ne emerge è tanto spassoso quanto inquietante. I liguri sono “taccagni”, i valdostani “francesi”, i piemontesi “Juventus”, in Veneto ci sono gli “über cattolici”, i veneziani non si sentono italiani, il Triveneto ricco di “alcolizzati” mentre tutto il nord è etichettato come “razzista”, e in alcune zone vi sono i “fascisti”. A Emilia Romagna e Toscana tocca il ruolo dei “comunisti”, la riviera romagnola diventa “Milano sul mare”, ai marchigiani e gli abruzzesi il triste primato dei “terremoti”. Il Molise “non esiste” mentre a Roma vi sono i “parassiti che passano tutto il tempo a decantare la grandezza di Roma”.Al sud gli stereotipi si fanno ancora più pesanti: in Sicilia campeggia enorme la parola “mafia”, seguono la Campania con “un altro tipo di mafia” e la Puglia con un “ancora un altro tipo di mafia”. Nessuno si accorge della Basilicata “Shhhh non dite a nessuno di loro”, mentre il Salento diventa famoso non solo per le spiagge ma anche per gli alberi di ulivo infetti. La Calabria si divide in due, tra “Calabria Saudita” e “il loro personale tipo di mafia”. Infine c’è la Sardegna, con la parte settentrionale abitata da “ultraricchi e Putin” e una grande scritta con un irriferibile legame con le pecore.

Sorgente: Razzisti, Mafiosi, Comunisti ecco come ci vedono gli stranieri! – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.