Lo scandalo è esploso solo adesso, ma gli adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma usati come vergognoso sfotto ai cugini da parte degli ultras della Lazio giravano già da anni nella Capitale. Lo testimonia questo articolo del Secolo XIX datato 5 dicembre 2013: “Calcio: Razzismo, adesivi Anna Frank con maglia della Roma”.Dal testo dell’articolo: “Roma – Affissi su alcuni muri e cartelli pedonali a Roma, in particolare a Monti (quartiere del centro in cui, fra gli altri, abitava il Presidente Napolitano prima di spostarsi al Quirinale), sono comparsi adesivi con l’immagine di Anna Frank con la maglia della Roma. Dopo le proteste di abitanti e alcuni commercianti della zona, qualche adesivo è stato rimosso ma al momento a Monti ce ne sono ancora”. Il pezzo finiva poi così: “In passato era anche comparsa la scritta «Anna Frank tifa Lazio» sui muri di Testaccio, quartiere da sempre `covo´ della passione romanista”. E quella del Secolo XIX non è l’unica testimonianza, come si legge anche qui, qui e qui: il caso fece il giro dell’Italia già allora.A conferma di ciò, anche la maglia della Roma usata per il fotomontaggio è quella della stagione 2013-2014. Il colletto a strisce giallorosse con banda gialla-arancione da un solo lato ne è la prova.

Sorgente: Anna Frank con la maglia della Roma: l’adesivo degli ultras laziali girava già nel 2013