Soli due giorni all’inizio della Coppa del Mondo di sci alpino 2017-2018. La lunga attesa sta per terminare; finalmente si potrà tornare in pista e dare il via ad un’altra stagione entusiasmante, fondamentale perché porterà dritti all’appuntamento con le Olimpiadi Invernali di Pyeongchang 2018. Bisognerà attendere ancora un po’, però, per vedere all’opera diversi campioni: tanti grandi nomi saranno presenti nelle due gare inaugurali, i due giganti maschile e femminile di Sölden, ma altrettanti sono ancora fermi ai box, costretti a rinunciare all’appuntamento.

Hirscher e Svindal i grandi assenti in campo maschile

Il nome in cima alla lista degli uomini è sicuramente quello di Marcel Hirscher. L’austriaco ha riportato la frattura del malleolo circa due mesi fa, cadendo in allenamento, ma è già sulla via del recupero, essendo tornato ad indossare gli sci qualche settimana fa: domenica, però, non potrà essere al cancelletto di partenza. Più pesante l’infortunio dello svizzero Carlo Janka, che pochi giorni fa si è procurato la rottura del legamento crociato del ginocchio destro e salterà non solo Sölden, ma forse l’intera stagione. Mancheranno anche i norvegesi Aksel Lund Svindal e Aleksandre Aamodt Kilde: il primo è ancora alle prese con il recupero dall’infortunio che ha posto fine in anticipo alla scorsa stagione, il secondo ha invece riportato una lieve commozione cerebrale per una caduta in allenamento e non vuole rischiare.

Anche l’austriaco Philipp Schörghofer non sarà ai nastri di partenza per via di problemi alla cartilagine del ginocchio, così come il suo connazionale Christian Hirschbuehl, costretto a stare fermo per 6 settimane per lo stiramento del collaterale mediale del ginocchio sinistro. Non è ancora pronto per il rientro, infine, il tedesco Fritz Dopfer.

Stagione finita per Ilka Stuhec

Assenze pesanti anche in campo femminile. L’ultima in ordine di tempo è l’azzurra Federica Brignone, che ha preferito saltare la gara di Sölden e proseguire il recupero dalla fastidiosa pubalgia che l’ha colpita nel corso della preparazione in Sud America. Più grave, però, è il forfait di Ilka Stuhec: la slovena si è strappata il legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro domenica, allenandosi proprio in gigante, e con molta probabilità sarà a costretta a saltare l’intera stagione olimpica.

Stessa sorte per la tedesca Marlene Schmotz, caduta anche lei pochi giorni fa: legamento crociato KO e stagione finita. Infortunio “freschissimo” pure per la svizzera Michelle Gisin, che si è procurata lo stiramento del legamento collaterale mediale del ginocchio destro (fuori da 2 a 6 settimane) in una caduta in allenamento proprio a Sölden. Ancora, salteranno la gara sul ghiacciaio del Rettenbach anche le austriache Eva-Maria Brem e Anna Veith, al pari della svizzera Lara Gut: assenze attese, ma comunque pesanti, per tre campionesse ancora alle prese con il recupero da infortuni pesanti. Forfait, infine, per le francesi Adeline Baud (tendinite al ginocchio destro) e Coralie Frasse-Sombet (problemi al crociato per una caduta rimediata a Sölden).

Sorgente: L’opening stregato di Soelden: da Hirscher a Stuhec, tanti assenti al via della stagione – Sölden 2017-2018 – Sci Alpino – Eurosport

Leave a Reply

Your email address will not be published.