Nel primo Live di X-Factor 11 il rapper canta ancora il suo amore per Chiara Ferragni, viene citata Michelle Obama e non piace la cover dei Blink 182

 

Giudici coi nervi tesi, qualche parolaccia di troppo, Levante paladina del girl power e Fedez che mette in mostra ancora una volta la sua Chiara Ferragni. Il primo Live di X-Factor 11 emette anche il suo primo verdetto con un’eliminazione che già dagli Home Visit sembrava nell’aria. Per il resto arrivano conferme: il confronto tra Samuel Storm e Rita Bellanza, i due candidati alla vittoria finale, sarà serratissimo. Vi siete persi qualcosa? C’è il nostro recap qui per voi.

Opening con Michelle Obama – Tocca alle Ibeyi, due gemelle di origine cubana cresciute a Parigi, aprire i Live con l’accompagnamento dei finalisti di questa edizione di X-Factor. La performance, coreograficamente dal grandissimo impatto visivo, è sorretta dalle parole di un celebre discorso di Michelle Obama. “Una società si misura dal rispetto che ha per le donne”, afferma l’ex First Lady americana. Una denuncia contro la violenza di genere, un inno per la parità di diritti e il rispetto, che colgono nel segno. Levante mostra vicinanza al tema con la scritta Girl Power ben evidente sulle spalle.

La gara cambia struttura – C’è una novità molto importante in questa nuova annata: i Live Show hanno un meccanismo di eliminazione diverso dalle edizioni precedenti. Ci sarà un’unica lunga manche e, a differenza dalle altre volte, alla chiusura del voto sarà svelata la categoria meno votata. Il giudice può salvare un solo membro. I due rimanenti dovranno sfidarsi con il proprio cavallo di battaglia per non essere eliminati. I quattro in giuria commentano con delle facce perplesse. Fedez e sodali mostrano più entusiasmo quando il sempre impeccabile Alessandro Cattelan annuncia che gli inediti saranno presentati molto prima rispetto al passato. Non bisognerà aspettare la finalissima.

Samuel Storm e Rita Bellanza incantano tutti – Nel corso delle 12 esibizioni si confermano le impressioni avute nelle precedenti puntate di X-Factor. Ci sono due interpreti che, per gusto e sensibilità musicale, per approccio ai testi, sono un gradino sopra gli altri. Samuel Storm propone lo semisconosciuto Location di Khalid e riceve un consenso pressoché unanime, soprattutto sui social network. I giudici, pur riconoscendone le doti vocali e la grande presenza scenica, hanno però qualcosa da ridire sulla scelta del brano. Chi zittisce tutti è Rita Bellanza con Le rondini di Lucio Dalla. Per lei arrivano solamente complimenti su complimenti.

Manuel Agnelli e la lobby gay di X-Factor – In questa undicesima edizione di X-Factortrovano spazio pure le ipotesi di complottismo. Per fortuna a smontarle causticamente ci pensa Manuel Agnelli. Il leader degli Afterhours ha parole di fuoco contro chi critica Sem e Stenn, contro coloro che affermano che i due ragazzi sono ai Live solamente per rappresentare la quota omosessuale del programma. Agnelli se la prende in particolar modo con chi aveva parlato di lobby gay all’interno del programma. Passando alla gara, la coppia presenta Let’s Go To Bed dei The Cure. La loro prova convince tutti. “Io li adoro”, fa sapere Levante.

Fedez e il suo inno d’amore a Chiara Ferragni – “Io lo so che cosa pensa tutta questa gente/ questo è vuoto dentro ma è pieno di sé/ Tutto il giorno non fa niente, sta a letto con l’influencer”. Inizia così la dichiarazione d’amore, intrisa inevitabilmente di messaggi poco velati su una relazione vissuta a uso e consumo dei social network, che il rapper ha scritto e cantato con J-Ax durante i Live di X-Factor. Il nuovo singolo, Sconosciuti da una vita, è inevitabilmente dedicato a Chiara Ferragni, promessa sposa del rapper. Ce lo ricorda, con tanto di volti cartonati della nota fashion blogger, la coreografia che accompagna l’esibizione.

Top e flop della serata – In una puntata piena di ritmo dove i momenti di pausa sono stati veramente pochi, le performance sono state quasi tutte all’altezza delle aspettative. In particolar modo si sono distinti Camille, con TEAM di Iggy Azalea, e i Ros, autori di una reinterpretazione molto riuscita di Battito di Ciglia di Francesca Michielin. Sugli scudi anche Lorenzo Licitra, il più convincente degli Over in gara. Sottotono invece le prove di Andrea Radice – la sua Superstition di Stewie Wonder ha poco appeal – e Gabriele Esposito, che dà voce a un pezzo simbolo degli anni Novanta, Adam’s song dei Blink 182. Quasi nessuno è convinto dell’interpretazione di quest’ultimo ragazzo. Agnelli è il più duro: “Esibizione buona per un falò in spiaggia”.

La prima eliminazione: addio a Lorenzo – Con i nuovi meccanismi di selezione, è messa in discussione l’intera categoria di Fedez. I meno votati sono gli Under Uomini che finiscono nel mirino del pubblico. Dopo essersi lamentato a più riprese sulle modalità di gara, il rapper salva Samuel Storm e manda Lorenzo Bonamano e Gabriele Esposito al ballottaggio. Tra i due chi deve abbandonare X-Factor è il primo. Durante i Live, al momento dell’esibizione sulle note dei Kodaline, Fedez aveva sottolineato come la “cloaca di Internet” avesse già preso criticato pesantemente Lorenzo agli Home Visit.

XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY
XFACTOR/SKY

Sorgente: Fedez: “Sono inerme di fronte al nuovo regolamento”. Eliminazioni e giudici spietati

Leave a Reply

Your email address will not be published.