Google non sa fare il cheeseburger, almeno nella sua versione digitale. La compagnia, nel corso del weekend, è infatti stata criticata per la sua emoji del panino che – a differenza di quelle di rivali come Apple e Facebook – posiziona la fetta di formaggio in basso, appena sopra il pane.    A sollevare il tema è stato un tweet di Thomas Baekdal, editore e fondatore di Baekdal Media, che ha postato la foto dei cheeseburger di Apple e Google. Il post ha raccolto finora 17mila retweet e 36mila like.    A rispondere, tra gli altri, è stato il Ceo di Google in persona, Sundar Pichai, con un tweet ironico: “Molliamo tutto il resto e lunedì risolviamo la cosa, se la gente può mettersi d’accordo su qual è il modo giusto di farlo!”.    In effetti, a giudicare dalle emoji disegnate dalle diverse compagnie hi-tech e messe insieme dal sito Emojipedia, l’ordine degli ingredienti di un cheeseburger può avere molteplici varianti.    Il panino di Google, partendo dal basso, si presenta con formaggio, carne, pomodoro e lattuga, mentre quello di Apple ha lattuga, carne, formaggio e pomodoro. Rispetto a Google, Facebook e Microsoft cambiano solo la parte inferiore, mettendo l’hamburger in basso con sopra la fetta di Cheddar. Nel cheeseburger di LG manca il pomodoro, mentre in quello di WhatsApp ci sono anche ketchup e cipolla.

Sorgente: Google non sa fare il cheeseburger – Internet e Social – ANSA.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.