Nel suo ultimo libro, “L’Oroscopo 2018 – Il giro dell’anno in 12 segni”, l’astrologo illustra le novità segno per segno

Basta piangersi addosso, è ora di rialzare la testa e di fare sul serio. Arriva l’anno “costruttivo”: sarà così il 2018, secondo le previsioni di “Simon and The Stars”, alias Simone Morandi, l’astrologo che, partendo da Facebook, ha conquistato sempre più lettori. Nel suo ultimo libro, “L’Oroscopo 2018 – Il giro dell’anno in 12 segni”, pubblicato da Mondadori ad ottobre, Simon illustra le novità segno per segno, affidando ad ognuno un film con la funzione di metafora. Tra giorni propizi da segnare sul calendario e analisi degli ascendenti, il libro è una vera e propria finestra su ciò che dicono le stelle. Una preziosa guida – che l’astrologo presenterà in tour attraverso le librerie d’Italia – per non perdere l’orientamento durante l’anno e per interpretare i cambiamenti sia a livello personale, sia a livello sociale perché – come dice l’autore – “nessun tassello parla da solo, ma tutti insieme disegnano una storia. La nostra”.

Come sarà il cielo del 2018?

Il 2018 è un anno che consente di superare i blocchi e le paure consolidate negli anni precedenti. È come se un po’ tutti i segni avessero maturato una consapevolezza in più e si volessero sollevare dalle zone in cui si sono impantanati per timore o insicurezza. È un anno che fa pensare al diventare maggiorenni: all’avere cioè qualche responsabilità in più, ma anche una nuova libertà. Si fa, si costruisce, si riprendono in mano vecchi progetti. È come se ci dicessimo: “Finora abbiamo scherzato, ora facciamo sul serio”. In effetti, questo potrebbe essere chiamato “l’anno della serietà”, ma una serietà costruttiva, in grado di creare un ponte tra vecchio e nuovo.

Quali sono i transiti più importanti dell’anno?

Il 2018 sarà un anno perno, nel senso che sono previsti dei cambiamenti planetari che non si verificavano da anni e che rimarranno a farci compagnia per tanto tempo. Ce ne sono due, in particolare: il primo interessa Urano che cambierà posizione e la manterrà per sette anni. Ogni volta che Urano cambia posizione accade qualcosa che aspira a portare un consolidamento o un nuovo ordine. Basti pensare che il periodo che si conclude in compagnia di Urano era iniziato nel 2011, con il pianeta in Ariete e aveva portato a galla la questione araba o quella dei diritti omosessuali. Da quando cambierà segno, a maggio del 2018, Urano cercherà di riportare l’ordine in situazioni ancora fin troppo precarie, come quelle nate dalla primavera araba. Un altro cambiamento importante si deve a Saturno che a dicembre cambia segno ed entra in Capricorno, la sua “casa”, dove rimarrà per tre anni: qui non si comporterà da ‘mostro’ distruttivo, ma porterà una serie di benefici, invitandoci a rispolverare vecchi progetti a lungo termine, ad impegnarci, a fare sul serio. Da segnalare per il 2018 anche Giove in Scorpione: quest’ultimo è il segno della profondità e ci spinge a non fermarci alla superficie delle cose, ma ad indagare, a guardare meglio ciò che abbiamo di fronte, a riflettere.

Quali sono le previsioni delle stelle per l’Italia nel 2018?

Per l’Italia, da dicembre, termina l’opposizione di Saturno: ciò significa che sarà un anno più leggero rispetto al precedente. Sarà anche un anno di definizione, di pulizia, in cui si tenderà a fare a meno del caos e delle chiacchiere inutili in favore dei fatti. Ciò si rifletterà anche sulle piccole frange politiche: è possibile che nel prossimo anno si riducano gli interlocutori politici in favore di una maggiore comprensione e attenzione ai problemi concreti delle persone. In generale, forse per l’Italia sarà un anno meno politico e più fattivo.

Sorgente: Simon and The Stars, l’oroscopo del 2018 in un libro: “Sarà un anno più serio e costruttivo per tutti”

Leave a Reply

Your email address will not be published.