Previsti forti rincari su benzina e diesel che si abbatteranno sull’imminente ponte di tutti i Santi

Il Codacons denuncia notevoli aumenti presso i distributori italiani relativamente ai prezzi dei carburanti, a poche ore dall’inizio di un ponte lungo come quello di Ognissanti.

Così spiega l’associazione:

“I listini di benzina e gasolio sono interessati in questi giorni da sensibili e velocissimi aumenti con effetti negativi per le tasche dei consumatori, basti pensare che in un solo mese la benzina ha subito un ritocco alla pompa del +5,5%, mentre nello stesso periodo i prezzi del gasolio si sono impennati del +7%. Incrementi che avranno effetti diretti sugli italiani che decideranno di spostarsi in auto in occasione del ponte del 1° novembre”.

E continua:

“Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, infatti, un pieno di benzina costa oggi 4,35 euro in più, mentre per il diesel occorre mettere in conto una maggiore spesa di +7,5 euro a pieno. Considerato il numero di italiani in viaggio durante il ponte di Ognissanti gli automobilisti dovranno affrontare nei prossimi giorni una stangata complessiva da oltre 80 milioni di euro solo per i rincari dei listini di benzina e gasolio”.

Questa nuova stangata, dopo solo 10 giorni di tregua in cui non ci sono state variazioni di prezzo sensibili, graverà non poco sulle famiglie italiane. E non solo in vista del ponte dei prossimi giorni: dato che come è noto il trasporto nel nostro Paese avviene prevalentemente su gomma l’aumento dei prezzi del carburante avrà ricadute su tutti i beni di largo consumo. Se l’idea era di far prendere uno spavento per Halloween, possiamo dire che ci sono riusciti.

Sorgente: Stangata sui carburanti in vista del ponte del 1° novembre – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.