Lo scozzese Craig Sullivan, dopo la morte della moglie a causa del cancro al seno, ha deciso di cercare un nuovo amore, “spedendo in mare” duemila messaggi in bottiglia. Un metodo molto originale, considerando che siamo nell’era 2.0, e cercare l’anima gemella sul web sarebbe stato più semplice!Il gesto, considerato da Craig romantico, ha causato l’ira degli ambientalisti per aver inquinato le spiagge di buona parte del Regno Unito con bottiglie di vetro.Così, oltre a due risposte da parte di una signora irlandese e di una scozzese ha ricevuto una lettera da parte di Helen Gill con scritto: “Quelle bottiglie potrebbero rompersi sulle nostre preziose spiagge e potrebbero essere calpestate da qualcuno. Le chiedo gentilmente di pensare a un modo meno inquinante di portare avanti la sua ricerca”.Le richieste di smetterla di inquinare le coste con le sue bottiglie sono arrivate anche tramite i social media; altri invece lo hanno denunciato direttamente alla Scottish Environment Protection Agency, l’agenzia scozzese che protegge l’ambiente.Il povero vedevo, che alla fine ha dovuto rinunciare a spedire i suoi messaggi, non ha ottenuto il riscontro che sperava ma sicuramente è riuscito a far parlare di sé e chissà se questo lo porterà a fare nuove conoscenze!

Sorgente: Cerca l’anima gemella lanciando duemila messaggi in bottiglia in mare: viene denunciato per inquinamento – Radio 105