I preservativi? Potrebbero avviarsi presto verso il pensionamento anticipato, almeno per quello che riguarda la loro azione contro le gravidanze indesiderate. Nel giro di qualche anno infatti si prospetta l’arrivo di una vera e propria rivoluzione: immaginate di potervi liberare di ogni pensiero sul rischio di una gravidanza semplicemente applicando sulla vostra pelle un cerotto contenente delle sostanze completamente naturali, e poi di potervi dedicare al piacere in assoluta tranquillità. Tutto questo potrebbe essere presto possibile grazie al “preservativo molecolare”.Di cosa si tratta? Alcuni scienziati hanno scoperto che basterebbero due sostanze chimiche che si trovano nelle piante per riuscire a bloccare l’azione degli spermatozoi. La prima è la pristimerina, presente nell’aloe, nella frutta e nella verdura, la seconda è il lupeolo, un po’ più rara. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, ed è stato condotto dai ricercatori della University of California. A rendere ancora più interessante questa novità c’è il fatto che essa varrebbe sia per gli uomini che per le donne: “Questa scoperta permetterebbe la realizzazione di un ‘contraccettivo universale’, adatto sia agli uomini che alle donne”, ha dichiarato Polina Lishko, coordinatrice della ricerca.L’unico limite, per ora, sta nel costo. Estrarre queste sostanze infatti non è economico, ma il team promette di impegnarsi anche in questo senso.

Sorgente: I preservativi? In futuro non serviranno più, ecco perché – Radio 105