Andrea Dovizioso parte per Valencia con la tranquillità di chi non ha nulla da perdere. I ventuno punti di ritardo nei confronti di Marc Marquez sono un fardello notevole che, oggettivamente, non può certo far fare sogni di gloria particolari al portacolori della Ducati. Il romagnolo sa che per vincere il titolo dovrà aggiudicarsi il Gran Premio della Comunità Valenciana e sperare poi che lo spagnolo si classifichi oltre la dodicesima posizione. Non propriamente una passeggiata di salute. Le sue parole ai microfoni di Sky Sport confermano il suo realismo.

” Io sono sereno. Sono più tese le persone che mi circondano, come mio padre o la mia compagna. Io no, forse perché so di avere dato tutto. In questo campionato mi sono gestito nel migliore dei modi e so che io e il team abbiamo fatto qualcosa che nessuno poteva immaginarsi prima del via del GP del Qatar”

Con che spirito parti per il fine settimana di Valencia?

” Siamo all’ultimo atto della stagione e mi gioco il titolo iridato. So bene che non sarà facile aggiudicarmelo ma cercherò la vittoria e poi vedrò cosa succederà”

” Marc Marquez? Inizierei con il dire che mi sembra la sua migliore versione di sempre. Negli anni scorsi non ho quasi mai lottato fianco a fianco contro di lui, ma mi sembra davvero in un momento di forma eccezionale. Non ha a disposizione una moto dominante, dato che molto spesso è l’unico rappresentante della Honda ai piani altri, per cui merita ancora un plauso maggiore”

Nel tuo caso si può parlare di occasione della vita?

” So che mi sto giocando molto, ma sono fiducioso anche in ottica futura. Nel 2018 saremo ancora competitivi, io e la mia Ducati. In questi mesi ho limato alcuni miei difetti e lavorato su altri per arrivare a questo punto. Non sarà semplice ripetere le tante vittorie centrare in questo campionato perchè le variabili saranno numerose. Tornerà la Yamaha, per esempio, quindi dovremo valutare le gomme e la nuova moto”

Marquez: “E’ un circuito che si sposa alla perfezione con il mio stile di guida”

Marc Marquez è distante dunque un solo Gran Premio dalla vittoria del suo quarto titolo in MotoGP negli ultimi cinque anni. Un ruolino di marcia impressionante per lo spagnolo che cercherà di non commettere errori anche se le sue idee non sono certo quelle di speculare su questo ampio margine, come sottolinea il campione del mondo in carica in un’intervista riportata dalla Gazzetta dello Sport:

” Ovviamente proverò un minimo di pressione durante questo fine settimana. La posta in gioco è elevata, per cui non sarà una gara come tutte le altre. A essere sincero, tuttavia, queste sensazioni le sto provando da metà campionato. Essere riuscito a gestire queste pressioni, e diverse situazioni complicate, come a Sepang, mi hanno conferito grande fiducia”

Qual è il tuo giudizio sul tracciato intitolato a Ricardo Tormo?

” La pista in sè mi piace e ho anche ottenuto buoni risultati in passato. Come se non bastasse è un circuito antiorario (nei quali eccelle) che solitamente si sposa alla perfezione con il mio stile di guida”

Cosa significa avere 21 punti di vantaggio sui 25 disponibili per l’ultima gara?

” Senza dubbio un ottimo margine da gestire, ma non voglio pensarci troppo. Non sarà semplice, ma vado a Valencia con fiducia e dovrò continuare con la stessa mentalità di sempre. Lavorando duramente e sfruttando ogni sessione di prove libere “

Sorgente: Dovizioso: “Sono sereno perché ho dato tutto, è il miglior Marquez di sempre” – Gran Premio di Valencia 2017 – MotoGP – Eurosport

Leave a Reply

Your email address will not be published.