Una leggerezza: un gioco un po’ piccante è sfuggito di mano a un gruppo di giovanissime liceali modenesi. Tutto è nato da alcuni scatti hot condivisi all’interno di una chat: selfie, nudi non proprio artistici, video di autoerotismo, hanno infuocato la messaggistica istantanea di queste adolescenti per tutta l’estate, conditi da provocatorie didascalie, “Sono sdraiata nel letto. Accontentami”. Poi la doccia fredda: qualcuno ha tradito la loro fiducia, e l’archivio segreto è passato nelle mani di un amico o un fidanzatino, e le foto private sono diventate una collezione dettagliata, con tanto di cartelle catalogate per nome e cognome. Da lì alla diffusione globale su Internet, il passo è breve. E, da competere in una gara per accrescere la propria autostima, le piccole Lolita nostrane, si ritrovano ora in una situazione ben più delicata.Per fortuna uno dei fidanzati delle vittime ha contattato il presidente dell’associazione anti pedofilia ‘La Caramella buona’, Roberto Mirabile, il quale ha interpellato la polizia postale di Reggio Emilia, anche se sembra necessaria una denuncia dei genitori delle minorenni per rimuovere il link incriminato.Mirabile sottolinea la presenza massiccia di maniaci e pedofili in rete, e mette in allerta le ragazze:«Sono riconoscibili e rischiano di essere contattate e ricattate da gente senza scrupoli. Meglio prendersi una sgridata dai genitori e magari qualche sonora punizione, e coinvolgere la polizia per l’avvio di indagini e accorgimenti che possano tutelarle».Sembra comunque che le indagini siano sul punto di partire, dato che una delle ragazze ha ammesso di non dormire più e di volersi fare portavoce con le altre in modo da sbloccare l’imbarazzante situazione.

Sorgente: “Sono sdraiata nel letto. Accontentami”: chat hot di 60 ragazzine modenesi finisce in rete – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.