Sono ormai due millenni buoni che il mondo aspetta col fiato sospeso il ritorno del Messia.Certo, c’è anche da dire che questo periodo storico non è molto allettante per tornare a farsi vedere in giro: smog, terrorismo, crisi in tutto il mondo, guerre, tormentoni latinoamericani.Fossimo noi nei panni del Messia, effettivamente, ci penseremmo un attimo prima di ritornare.Ma a Roma è successo qualcosa di incredibile, infatti un uomo di 49 anni è entrato nella chiesa di Santa Maria dei Miracoli in Piazza del Popolo, gridando:“Sono Gesù Cristo”Il ritorno del presunto Messia è avvenuto verso le 10 del mattino del 9 novembre e non è stato esattamente come ce lo aspettavamo, niente discepoli adoranti, niente apostoli, niente miracoli, insomma nulla di tutto questo.Forse è proprio per colpa di questa tiepida accoglienza che l’uomo ha pensato bene di rompere la statua di una Santa e dei candelabri, del resto pensava di essere a casa sua.Dopo qualche dimostrazione, tutt’altro che divina, sono intervenuti i carabinieri che, dopo aver accertato che l’uomo non era il vero Gesù, hanno scoperto che in realtà si trattava di un cittadino italiano con dei problemi psichici.Evidentemente credere di essere Napoleone non va più tanto di moda.

Sorgente: Roma: entra in Chiesa urlando “Sono Gesù Cristo!” e distrugge le statue – Radio 105