La US Ski & Snowboard ha pubblicato ieri un interessante elenco di 9 proposte inviate alla FIS per il consiglio di novembre, in modo che – se accettate in tutto o in parte – possano essere votate al congresso FIS del maggio 2018.

MANDATO – al momento i membri del consiglio FIS sono eletti ogni due anni e il presidente ogni quattro, senza limiti di rielezione. La proposta è di limitare ad un massimo di 3 mandati da 4 anni.

PRESIDENTE NON ESECUTIVO – proposta di rendere la presidenza un ruolo non esecutivo, come era in passato, e com’è il presidente del CIO che non riceve stipendio.

TRASPARENZA COMPENSI – si propone di rendere pubblici i compensi per il top management della FIS, in un’ottica di trasparenza.

POTERI DEL COMITATO ESECUTIVO – si propone di aumentare la frequenza degli incontri del Consiglio FIS (attualmente due volte l’anno), con maggiori poteri; il comitato esecutivo dovrebbe includere un rappresentante degli atleti.

CONGRESSO ANNUALE – Il congresso FIS si riunisce attualmente ogni due anni: si propone di renderlo annuale per dare più visibilità alle federazioni nazionali; si richiede che l’anno finanziario sia gestito di conseguenza.

ANTI-DOPING – si richiede che l’antidoping sia totalmente indipendente, mentre oggi è gestito internamente da una commissione che comprende membri del consiglio

PARITA’ TRA I SESSI – al momento non ci sono requisiti in FIS per gestire le differenze di genere. Nel Consiglio non ci sono donne. Si propone di attuare passi concreti nei prossimi anni verso la parità tra i sessi nel Consiglio, nei rappresentanti delle federazioni nazionali e nei comitati FIS.

ATLETI – il coinvolgimento degli atleti nel governo della FIS è fondamentale. La federazione propone di aumentarlo aggiungendo un secondo atleta al Consiglio FIS (uno per sesso), e inserendo un rappresentante nel comitato esecutivo. Si propone di aumentare l’impatto della Commissione Atleti, e di aumentare il coinvolgimento degli atleti che si sono appena ritirati, avendo più tempo. Inoltre si propone di allineare i criteri a quelli del CIO, per cui introdurre come criterio di eleggibilità la partecipazione all’ultimo Mondiale o Olimpiade, e per un mandato di 4 anni, con un massimo di 2 mandati.

CAMBIO DI NOME – si propone che la FIS cambi nome e diventi “International Ski and Snowboard Federation” per meglio rappresentare la vera natura degli sport che governa.

Sorgente: Le 9 proposte della federsci USA alla FIS – Fantaski.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.