«Vogliamo fare una grande prestazione e qualificarci. Giocherà la squadra migliore, come sempre». La grande notte è arrivata. Stasera alle 21.05 l’Atalanta scende in campo al Goodison Park di Liverpool, scortata da 3500 tifosi bergamaschi, per scrivere una pagina importante della sua storia. Contro l’Everton già eliminato basterà un pareggio per qualificarsi con una giornata di anticipo ai sedicesimi di finale. «Daremo il massimo per raggiungere una qualificazione che due mesi fa non era scontata, prima della partita di andata vinta 3-0 contro l’Everton, il match che ha dato la svolta», è il pensiero della vigilia di Gian Piero Gasperini. Che non vuole fare calcoli pensando all’altra gara, quella contestuale tra Lione e Apollon Limassol che qualificherebbe la Dea in caso di mancata vittoria dei ciprioti. «Vogliamo farcela con le nostre forze, lasciamo stare l’altra partita, vogliamo fare il nostro punto senza ascoltare il risultato di Lione», taglia corto Gasperini, che non si attende sconti, sul campo, da un Everton già eliminato, in piena crisi e affidato al traghettatore David Unsworth, tecnico della under 23 messo sulla panchina dei Toffees da quasi un mese in attesa di individuare il successore dell’esonerato Ronald KoemanPUBBLICITÀinRead invented by Teads«Non sarà una partita facile, sui campi inglesi non sono mai partite semplici, magari lo fosse… noi dobbiamo fare una buona prestazione per ottenere il punto che ci serve per qualificarci. Il primo posto nel girone? Quello si deciderà nella partita successiva contro il Lione. Ora pensiamo all’Everton, e a raggiungere questa qualificazione, che per noi sarebbe un traguardo storico.» Tra i padroni di casa dovrebbe mancare Wayne Rooney, che sta bene ma potrebbe essere risparmiato in vista del match contro il Southampton, preferendogli Lookman. Nell’undici iniziale atalantino invece dubbio dietro tra il recuperato Caldara o l’argentino Palomino nel trio difensivo con Masiello e Toloi, mentre a centrocampo rientrerà Freuler in coppia nella mediana con De Roon, affiancati da Hateboer e Castagne sulle fasce. Davanti Gasperini sembra orientato a sacrificare il tandem sloveno Ilicic-Kurtic, per avere più copertura con Cristante da trequartista e la coppia offensiva Petagna-Gomez.

Sorgente: Everton-Atalanta, Gasperini non fa calcoli: “Prendiamo questo punto” – Sport – Calcio – ilgiorno.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.