Con Justin Bieber ho fallito, per tanto tempo“. Scooter Braun è il manager e mentore di Bieber, in un’intervista a Complex ha raccontato come durante il “periodo buio” della popstar canadese, lui si sia sentito impotente e incapace di aiutare il ragazzo che pochi anni prima aveva scoperto su YouTube. I guai, ha raccontato Braun, sono iniziati quando Justin aveva diciotto anni e sono arrivati al culmine nel tremendo 2014: arresti, gaffe a ripetizione, scontri con la stampa e con i fan.

Alla fine, io ho fallito“, ha confessato Scooter Braun. “Se fossi stato più capace, per un anno e mezzo niente di tutto quello che è successo sarebbe successo. Ho provato ogni cosa e ho fallito, perché lui era ancora in quel posto buio“. E da quel posto buio, ha raccontato Scooter, il suo amico Justin si è tirato fuori da solo. “Come lo ha fatto, spetta a lui raccontarlo. Ricordo solo che mi ha chiamato e mi ha detto: ‘Basta, devo cambiare“. Scooter racconta che lui ha soltanto messo in campo tutte le risorse per farlo. Il resto è storia: alla fine del 2015 Justin torna con “Purpose”, l’album che lo riporta al centro della musica mondiale.

 

Sorgente: Justin Bieber, il suo manager ammette: “Nel suo periodo buio ho fallito io” – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.