Briciole sulle pensioni, ok al rifinanziamento del bonus bebè come chiesto dal partito di Angelino Alfano e diverse ipotesi allo studio sull’esenzione dal superticket per accontentare l’altro potenziale alleato del Pd alle prossime elezioni, Giuliano Pisapia. Sono alcune delle misure contenute nel pacchetto di emendamenti presentati dal Governo alla manovra. Nel 2019 saranno esonerati dall’aumento dell’età pensionabile a 67 anni 14.600 persone impegnate in lavori ‘gravosi’. E’ quanto si legge nella relazione tecnica all’emendamento del governo sulle pensioni con i sindacati. Si prevede per il primo anno un costo di 100 milioni e nel triennio fino al 2021 quasi 385 milioni. Nella tabella della relazione tecnica si stimano gli effetti fino al 2027 quando lo stop riguarderà 20.900 lavoratori per 166,2 milioni di euro.Il pacchetto pensioni, a regime, vale 300,2 milioni di euro. Lo si legge in una tabella della relazione tecnica all’emendamento presentato dal governo durante l’esame della manovra. Il riepilogo mostra gli oneri dal 2018 al 2027: il primo anno gli effetti negativi per la finanza pubblica sono pari a 9,4 milioni per salire a 121,9 milioni nel 2019 e continuare poi a salire più gradualmente negli anni successivi. Gli oneri complessivi tengono conto non solo dei ‘gravosi’ ma anche delle modifiche ai trattamenti di integrazione salariale.Diventano 15 le categorie di ‘lavori gravosi ‘ – erano 11 quelle previste nell’Ape social – che vengono esentate dall’innalzamento automatico dell’età pensionabile a 67 anni dal 2019, sia per quanto riguarda le pensioni di vecchiaia che quelle di anzianità. Lo prevede l’emendamento alla legge di Bilancio depositato dal governo in commissione al Senato. Si aggiungono infatti 4 categorie, come anticipato dal governo al tavolo con i sindacati, che sono quelle degli gli operai dell’agricoltura, della zootecnica e pesca; i pescatori dipendenti o soci di cooperativa; lavoratori del settore siderurgico di prima e seconda fusione e lavoratori del vetro addetti a lavori ad alte temperature; marittimi imbarcati a bordo e personale viaggiante dei trasporti marini ed nelle acque interne.Il bonus bebè rinnovato per tre anni. “Siamo molto soddisfatti perché Alternativa popolare ha vinto la sua battaglia sul bonus bebè. Uscito dai radar della legge di Bilancio, invece sarà integralmente rifinanziato per il prossimo triennio”. Lo annunciano la presidente dei senatori di Alternativa popolare-Centristi per l’Europa, Laura Bianconi ed il senatore di Alternativa popolare-Centristi per l’Europa, Marcello Gualdani, correlatore alla legge di Bilancio.Governo al lavoro per ampliare la platea degli esenti da superticket. Governo e maggioranza sono al lavoro per dare un segnale sul superticket, provando almeno ad ampliare la platea degli esenti dal balzello (regionale) da 10 euro su diagnostica e visite specialistiche. Tra le ipotesi ancora la vaglio della fattibilità tecnica ci sarebbe quella di individuare una soglia ‘nazionale’ di esenzione dal superticket in base al reddito, più alta di quella fissata dalle singole Regioni. Altra ipotesi quella di ampliare le patologie croniche esentate.

Sorgente: Briciole sulle pensioni. Il Governo vara il pacchetto in legge di bilancio: meno di 15mila i lavoratori interessati e solo 120 milioni per il 2019

Leave a Reply

Your email address will not be published.