Nerazzurri primi in attesa delle altre gare, a +1 sul Napoli. Icardi a 15 centri: “Stiamo costruendoqualcosa d’importante”

L’Inter vince 3-1 a Cagliari, è prima almeno per una notte. Doppietta di Icardi, a 15 centri, e reti di Brozovic e Pavoletti. (LE PAGELLE)

Notte magica a Cagliari per Inter e Icardi: nerazzurri primi in classifica, almeno per una notte, dopo il 3-1 nell’isola. E l’argentino, grazie alla doppietta che ha aperto e chiuso le marcature alla Sardegna Arena, raggiunge la vetta nella graduatoria dei marcatori accanto a Immobile, a quota 15. E’ un grande bomber: Icardi ha segnato due volte quando serviva. Al 29′, dopo un inizio così così della sua squadra, confusa e senza gioco davanti a un Cagliari che pressava alto. E nella ripresa quando i padroni di casa si erano rifatti sotto con il gol dell’1-2 di Pavoletti. In mezzo Brozovic: bravo Spalletti a farlo entrare al momento giusto, bravo lui a colpire per il gol che sembrava aver chiuso la partita con largo anticipo. Per il croato la terza rete nel torneo, sempre in trasferta.

Bene tra i nerazzurri Candreva, autore di un assist e mezzo (nel primo gol l’ultimo passaggio ufficiale è di Perisic ma tutto è nato da una sua iniziativa sulla destra). Bella prova anche di Borja Valero sempre lì a chiedere e a dare l’appoggio davanti alla difesa e subito dopo trenta metri più avanti. Un po’ incerti i due centrali nel gol di Pavoletti, grandioso Handanovic quando la partita era sullo zero a zero.

Per Spalletti qualche ora di gloria in attesa dei risultati di domani. Tra luci (la capacità di colpire al momento giusto) e ombre: perché quell’avvio senza gioco? Perché farsi quasi riprendere da un Cagliari che con Farias ha avuto anche la palla del 2-2?. Forse merito anche della squadra di Lopez, confermata undici su undici dopo il successo di Udine.
Bello l’avvio aggressivo con la squadra che ha mandato in confusione difesa e centrocampo nerazzurro. E buona la voglia di non mollare mai con Barella trascinatore e Romagna bravo anche nelle incursioni in avanti: i migliori sono stati proprio i due under 21. Se non fosse stato per quel pasticciaccio con la palla avvelenata davanti a Rafael, e messa dentro da Icardi, la partita sarebbe stata in bilico sino alla fine: un bel passo avanti rispetto alle altre partite con le big quasi sempre (unica eccezione contro il Milan) senza storia.

Icardi, stiamo costruendo qualcosa d’importante  – “E’ stata una partita complicata, l’atteggiamento ‘basso’ nel primo tempo ci ha un po’ penalizzato e ha fatto prendere coraggio al Cagliari. Dopo il gol però siamo cresciuti e anche nella ripresa siamo sempre stati determinati a segnare”. Così Mauro Icardi, intervistato ‘a caldo’ da Premium Sport, sulla vittoria dell’Inter a Cagliari. Il successo della squadra di Spalletti, ora prima in classifica, è un segnale agli avversari per lo scudetto? “Oggi ci godiamo una notte in testa, ma noi dobbiamo concentrarci sul fare il nostro – risponde Icardi -: gli altri devono sapere che siamo lì, attaccati a loro. Siamo consapevoli del fatto che stiamo costruendo qualcosa di importante: tutti, all’Inter, stanno lavorando duro. Quest’anno non giocare le coppe europee ci permette di lavorare bene in settimana e costruire le basi per fare qualcosa d’importante”. E Icardi come sta? “Bene, oggi potevo anche farne tre di gol – dice il bomber -. La clausola? Sono cose di cui parlare con la società: sapete cosa penso io, non c’è nulla da dire. E poi a novembre è presto per parlare di mercato”

I gol

Cagliari-Inter 0-1: al 29′ pt Icardi batte Rafael da due passi. al termine di un’azione avviata da Candreva e rifinita da Perisic.

Cagliari-Inter 0-2: al 10′ st lancio di Skriniar sulla destra per Candreva, tocco per il neo entrato Brozovic che trafigge Rafael.

Cagliari-Inter 1-2: al 26′ st la riapre Pavoletti, che batte Handanovic con un destro al volo su un preciso traversone di Farago’.

Cagliari-Inter 1-3: all’83’ Icardi firma ancora una doppietta per l’Inter

 

Sorgente: Serie A, Cagliari Inter 1-3, doppietta Icardi vale il primato per una notte – Calcio – ANSA.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.