Nel fotomontaggio, intercettato da Site, un Babbo Natale munito di dinamite incombe su Times Square. Nella propaganda jihadista anche Vaticano, Parigi e Londra

SITE

“Ci vediamo a New York a Natale… presto”. È la scritta che accompagna una delle ultime immagini di propaganda diffuse in rete da sostenitori dello Stato islamico. In questa immagine – intercettata dal sito specializzato nel monitoraggio della galassia jihadista Site – si vede un Babbo Natale, di spalle, a Times Square con accanto una scatola piena di dinamite. Di fronte una folla di passanti.

Il fotomontaggio si aggiunge ad altre macabre immagini utilizzate dai terroristi per minacciare le capitali occidentali durante il periodo natalizio. I precedenti includono un poster di Regent Street, a Londra, addobbata con le luci di Natale; alle spalle di Babbo Natale compare la sagoma di un terrorista incappucciato; sull’altro lato la scritta “Presto sulle vostre vacanze” in inglese, francese e tedesco.

SITE

Un altro fotomontaggio mostra un lanciatore di razzi in piazza San Pietro, di fronte al Vaticano, con la scritta “Non trattenere il tuo sangue, il premio è il paradiso”. E ancora: l’immagine di un mercatino di Natale nel pressi della Torre Eiffel, visto dalla prospettiva di un jihadista che tiene in mano un coltello grondante di sangue.

SITE

Le minacce arrivano mentre, in giro per l’Europa, i vari mercatini di Natale si preparano a riaprire al pubblico. In Germania l’attività è ripresa ieri tra forti misure di sicurezza, dopo l’attentato dello scorso anno nella Breitscheidplatz di Berlino quando 12 persone erano state uccise travolte da un camion lanciato sulla folla. Il numero di agenti di polizia e guardie private è stato moltiplicato, secondo i media locali, così come l’installazione di elementi fisici tra cui blocchi di cemento per impedire l’accesso ai veicoli pesanti. “La minaccia terrorista in Europa e Germania resta alta. Ciò vale anche per i grandi eventi, che includono i mercatini”, ha affermato il portavoce del ministero dell’Interno, Johannes Dimroth.

SITE

Sorgente: “Ci vediamo a New York a Natale”. L’ultima minaccia dei sostenitori dell’Isis

Leave a Reply

Your email address will not be published.