Diffondere la cultura della legalità tra i banchi di scuola: questo l’obiettivo del Progetto legalità e merito di Luiss, Anac, Csm e Dna, con il Ministero dell’Istruzione, che coinvolgerà 60 studenti universitari ‘tutor della legalità’ in 21 scuole italiane da Nord a Sud. Il progetto è stato presentato oggi alla Luiss.  Il progetto prenderà il via a febbraio 2018. Previsti incontri con i protagonisti dell’anticorruzione, attività per favorire l’integrazione sociale e la cittadinanza attiva. “L’alleanza tra scuola, università, magistratura e forze ordine può e deve funzionare di più”, ha osservato il vicepresidente del Csm, Giovanni Legnini. Insieme “aiutano a far crescere la consapevolezza che viviamo in un tornante della storia” da cui “o si riparte dalla formazione dei giovani e della crescita della consapevolezza oppure i rischi che corriamo sono molto elevati”. All’incontro hanno preso parte il rettore e il direttore generale della Luiss, Paola Severino e Giovanni Lo Storto, la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli, il vicepresidente del Csm Giovanni Legnini, il Comandante generale dei Carabinieri Tullio Del Sette, il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho, il presidente dell’Anm Eugenio Albamonte e la produttrice del ciclo ‘Nel nome del popolo italiano’ Gloria Giorgianni. Presente anche il direttore dell’Ansa Luigi Contu.

Sorgente: Legalità e merito, alla Luiss progetto per scuole – Lazio – ANSA.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.