Come ogni anno, gennaio non è solo il mese dei buoni propositi, del ritorno in palestra e della malinconia per il freddo. Ci sono anche i saldi. E le attese nomination agli Oscar. Il 2018 è anche un anno importante perché celebrerà la 90esima edizione degli Academy Awards.I film che lotteranno per portarsi a casa la classica statuetta per la miglior pellicola sono 9, come deciso dagli 8.400 membri dell’Academy. Le previsioni davano per favorito il film La forma dell’acqua – The Shape of Water, che in effetti è a quota tredici candidature. A sfidarlo ci sono Tre manifesti a Ebbing, Missouri e Dunkirk.In gara come miglior film anche l’apprezzato lavoro di  Paul Thomas Anderson, Il filo nascosto, e Chiamami col tuo nome dell’italiano Luca Guadagnino: quattro nomination per lui.Meryl Streep, quasi una presenza fissa degli Oscar, ottiene la sua ventunesima nomination con la sua grandiosa performance in The Post di Steven Spielberg. Al suo fianco anche Frances McDormand, alla quinta candidatura con Tre manifesti a Ebbing, Missouri, Saoirse Ronan per Lady Bird e Sally Hawkins per The Shape of Water.James Franco, invece, perde la candidatura per The Disaster Artist, in lizza per la miglior sceneggiatura non originale. L’Academy ha preferito Denzel Washington per Roman J. Israel, Esq. Il quale si gioca il titolo con Gary Oldman, che interpreta Churchill ne L’ora più buia e con Timothée Chalamet di Chiamami col mio nome.Tre manifesti a Ebbing, Missouri può vantare anche la candidatura per il miglior attore non protagonista a Sam Rockwell e Woody Harrelson. Due nomination anche per le attrici coinvolte nel film biografico I, Tonya, grazie a Margot Robbie e alla non protagonista Allison Janney. E il film ottiene anche una nomination come miglior montaggio.E che dire della nomination alla miglior regia? Abbiamo di nuovo una donna, Greta Gerwig, che ha firmato Lady Bird, e Jordan Peele per l’horror Scappa – Get Out. Tra gli aspiranti al premio per la miglior sceneggiatura non originale c’è il cinecomic Logan – The Wolverine di James Mangold.A Rachel Morrison va, infine, una candidatura storica come prima donna nella storia a ricevere una nomination, come direttore della fotografia di Mudbound.Attendiamo dunque l’ambita cerimonia di consegna che si terrà il 4 marzo a Los Angeles.

Sorgente: Nomination Oscar 2018: c’è anche il film italiano “Chiamami col tuo nome” – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.