Per cancellare la delusione di un mercato di gennaio sottotono in casa Inter serve necessariamente una vittoria sabato sera contro il Crotone nonostante l’assenza del proprio capitano e capocannoniere, Mauro Icardi. La considerazione è semplice ma proprio dalle cose semplici deve ripartire una squadra in crisi: solo con una vittoria potrebbero placarsi le polemiche scatenate dai tifosi sul profilo Instagram di Steven Zhang, il figlio del proprietario del club, per il mancato arrivo di Pastore e il cielo sull’Inter tornare più sereno. Ma il Crotone arriva a San Siro in grande forma (domenica è stato privato di una vittoria da una topica del Var), guidato da un grande ex come Walter Zenga che certamente non farà sconti: in più, l’assenza di Icardi, fermo ai box per un’elongazione agli adduttori della coscia destra, toglie a Spalletti la principale bocca da fuoco della squadra (18 gol) in un momento di sterilità offensiva (appena tre gol in cinque gare), il vero insostituibile (ha saltato appena 36′ in tutto il campionato) e il proprio uomo mercato (il Real lo corteggia, un sentimento forse ricambiato). In rosa infatti manca un altro centravanti di livello, sarà quindi Eder a guidare l’attacco nerazzurro. I tre punti in campionato per Spalletti mancano dal 3 dicembre: in questi due mesi Napoli e Juventus sono scappate, la Lazio ha compiuto il sorpasso al terzo e solo le difficoltà della Roma hanno evitato di uscire dalla zona Champions. Anche il vantaggio sul Milan è scemato fino a 10 punti (prima erano 18). Spalletti in queste settimane non ha ricevuto i rinforzi sperati: Rafinha (possibile titolare con il Crotone) e Lisandro Lopez hanno sostituito numericamente Joao Mario e Nagatomo ma non è arrivato quel giocatore con il cambio di passo in grado di accendere la manovra e spaccare le partite. Il Paris Saint Germain non ha mai aperto al prestito per Pastore, così – per stessa ammissione di Ausilio – ”una vera trattativa non è mai nata”. I dirigenti nerazzurri ci hanno provato, come testimoniato dai continui viaggi a Milano dell’agente Marcelo Simonian ma, in assenza di denaro contante convincere i francesi, è stato impossibile. Ragione per cui i tifosi si sono fatti sentire a proprio modo con la proprietà: il profilo Instagram di Steven Zhang è stato preso d’assalto da migliaia di commenti poco ortodossi. Tutto questo mentre Zhang senior in Cina veniva eletto delegato nella 13esima edizione dell’Assemblea Nazionale del Popolo per il quinquennio che va dal 2018 al 2023. Umori ben diversi a ottomila chilometri di distanza.

Sorgente: Inter delusa da mercato, e ora allarme Icardi – Calcio – ANSA.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.