La guida Lonely Planet l’ha inserita al primo posto nella classifica delle dieci città da visitare nel 2018. E, in effetti, Siviglia sembra meritare il podio: ricca di storia e di magia, di contaminazioni tra cultura cristiana e araba, vale sicuramente una visita. Passeggiare nell’intreccio di vie della parte vecchia, salire in cima alla Torre Giralda, ammirare il panorama dal fiume Guadalquivir: ecco dieci motivi per cui la città andalusa è una meta imprescindibile.

1. Ammirare la cattedrale di Siviglia

GETTY IMAGES/ISTOCKPHOTO
The Cathedral of Saint Mary of the See in Seville – Andalusia, Spain

È il più imponente monumento del mondo cristiano, dopo la Basilica di San Pietro: la Cattedrale de Santa Maria di Siviglia. Sorta nel luogo in cui prima si ergeva la Moschea Mayor, abbattuta nel XV secolo, è costituita da cinque navate interne, in stile gotico, e da due cappelle, la Cappella Reale e la Cappella Maggiore. La prima è sovrastata da una cupola rinascimentale, la seconda custodisce dipinti che ritraggono scene della vita di Cristo e della Vergine.

2Salire in cima alla Torre Giralda

GETTY IMAGES/ISTOCKPHOTO
Seville, Andalusia, Spain. Cityscape twilight image with Santa Maria de la Sede Cathedral and Girdala

Svetta sulla città dominandola: la Giralda, la torre campanaria della Cattedrale, è alta ben 96 metri. Il nome si deve alla statua della Fede (detta appunto Giraldillo) che gira su sé stessa in base alla direzione del vento. È possibile godersi il panorama salendo su una piattaforma posta in cima alla torre: davanti agli occhi del visitatore si spalancherà lo spettacolo della città.

3. Attraversare Plaza de España

GETTY IMAGES
Beautiful Plaza De Espan,Sevilla.

Inaugurata nel 1929, in occasione della Expo ibero-americana, la piazza è una delle attrazioni principali per i turisti nonché una delle più importanti della città: è un tripudio di ceramiche, marmi colorati e mattoni che affascina il visitatore. Ma non bisogna fermarsi ad una lettura superficiale del luogo: ogni cosa ha il suo significato. La forma semicircolare, ad esempio, richiama l’abbraccio della Spagna alle sue nuove colonie; le 58 panchine rappresentano tutte le province spagnole; il Palacio Español al suo interno, imponente e fiero, rappresenta il prestigio della potenza mondiale spagnola; infine, Plaza de España guarda verso il fiume, rotta da seguire per raggiungere l’America.

4. Sbirciare nei giardini “segreti” del Real Alcazar

MASTER2 VIA GETTY IMAGES
Real Alcazar ‘Reales Alcazares’ gardens in Seville, Andalusia, Spain

Si tratta di uno dei palazzi più antichi del mondo ancora ad oggi in uso dal Re. Visitare questo palazzo è concesso solamente in determinati orari, ma una volta penetrati al suo interno offre un magico spettacolo. Soprattutto per i suoi giardini, decorati con fontane e statue e completamente immersi nel silenzio. Costruito a partire dal Trecento, è la massima espressione dell’architettura mudéjar, un misto tra quella occidentale e quella orientale. La struttura fu rimodellata dai vari governati che si susseguirono durante gli undici secoli della sua esistenza: il palazzo, infatti, fu ampliato più volte fino ad assumere la forma che ha oggi.

5. Acquistare un oggetto di ceramica fatto a mano nel quartiere di Triana

SCHANKZ VIA GETTY IMAGES
pottery on the table as a background .

L’area è un mix di moderno e antico: in origine Triana era un quartiere di marinai, operai, industriali e ceramisti ed, ancora oggi, addentrandovi nel quartiere, potrete acquistare le ceramiche realizzate artigianalmente nei laboratori. Il lungofiume, invece, che si estende dal puente San Telmo al puente de Isabel II, è un concentrato di bar e ristoranti alla moda che offrono, di sera, una buona occasione di intrattenimento. Altra caratteristica di Triana è il mercato coperto nel quale è possibile ammirare i resti delle civiltà araba e romana.

6. Mangiare tapas a La Macarena

TIFFANY C / EYEEM VIA GETTY IMAGES
Photo Taken In Spain, Sevilla

I buongustai sono serviti: oltre ad offrire una serie di prelibatezze locali, Siviglia è la patria delle tapas. Le zone migliori in cui mangiarne sono quelle di Triana e de La Macarena. Ricca anche l’offerta di dolci, tra cui le torrijas, i borrachuelos e gli alfajores.

7. Passeggiare nell’intreccio di stradine nel Barrio de San Bartolomé

MARIOGUTI VIA GETTY IMAGES
A beautiful street in Seville, Spain

È un vero e proprio spettacolo per gli occhi passeggiare nel Barrio de San Bartolomé dove lo stile barocco, quello gotico e rinascimentale si compenetrano. Il quartiere, che parte dalla Chiesa di Santa Maria la Blanca e si estende fino alla Chiesa de Santa Magdalena, è un labirinto di viuzze e stradine strette, contornato da case basse. È il luogo ideale per chi cerca silenzio e autenticità. E ama la malinconia.

8. Visitare la casa di Pilato

STARCEVIC VIA GETTY IMAGES
Seville, Spain – August 12, 2015: The facade and gardens of Casa de Pilatos.

Costruita nel XV secolo, la struttura è stata voluta da Don Fadrique, il quale, secondo la leggenda, si era accorto che la distanza tra la sua abitazione e la chiesa più vicina era uguale a quella tra la residenza di Ponzio Pilato e il luogo in cui Gesù venne crocifisso. Decise allora di far mettere lungo il percorso le 14 stazioni della via Crucis, di cui la prima (processo di Gesù) coincideva con la sua casa. Per anni si è creduto che il suo palazzo fosse la copia della residenza di Pilato. La facciata e l’interno del palazzo presentano un mix di stili: da quello rinascimentale al gotico fino a quello mudéjar. Non può mancare l’affascinante giardino.

9. Fare una crociera sul fiume Guadalquivir

GETTY IMAGES
Spain, Andalucia, Seville Province, Seville, Guadalquivir River, Torre del Oro (Gold Tower)

Si tratta del fiume che attraversa la città e sulle cui sponde sorge la Torre dell’Oro e Calle Betis, appartenente al quartiere di TrianaConcedersi una crociera sul fiume è un ottimo modo per rilassarsi e per godersi il panorama.

10. Godersi uno spettacolo di flamenco

ANDREA PISTOLESI
Europe, Spain, Andalucia, Andalusia, Seville, Flamenco dance culture and tradition, Tablao El Gallo Flamenco show

Il flamenco è uno dei balli tipici della tradizione andalusa e Siviglia offre diversi locali in cui è possibile assistere allo spettacolo. Danza tradizionale dei gitani della Spagna del Sud, il flamenco è nato nel ‘700: prima è stato praticato in maniera clandestina poi, con Carlo III, è uscito allo scoperto e si è diffuso. Siviglia è la sua patria, dunque meglio non perdersi la magia della musica e dei balli.

Leave a Reply

Your email address will not be published.