Per fare notizia alcuni sarebbero disposti a tutto. Anche a nutrirsi di carne umana.Così è accaduto che un sito messicano, Publimetro, abbia divulgato la notizia (falsa) di un ristorante di Tokyo dove si incentiverebbe il cannibalismo.”A Tokyo è stato inaugurato il primo ristorante legale di carne umana al mondo. Il posto si trova lontano dalla città ma riceve molte visite di curiosi” si legge nell’articolo, che in breve è diventato virale, invadendo letteralmente il web e provocando disgusto o interesse, a seconda dei punti di vista.Per fortuna è intervenuta un’altra testata, la versione messicana di El Pais, che si è premurata di smentire tutto, etichettando il caso come l’ennesimo esempio di fake news.Publimetro aveva raccontato che il ristorante era caratterizzato da un emblematico nome, “Resu ototo no shokuryohin” ossia  “Fratello commestibile”. Il costo di un piatto di carne umana? Fino a 1.200 euro, a causa degli elevati costi per il recupero della “materia prima”.C’era anche un vero listino, con un cadavere prezzato intorno ai  30mila euro (la carne giovane farebbe gola a tutti, no?). L’articolo specificava, però, che i succulenti “piatti” contenevano solo persone morte per cause naturali, con tanto di apposito consenso all’utilizzo “gastronomico”.Ma non c’è nulla di cui allarmarsi:”Non c’è nessun ristorante a Tokyo che serve carne umana. E non c’è nessuna legge in Giappone che consenta pratiche cannibalistiche” rassicura El Pais.È proprio il caso di dire che, quando c’è di mezzo la fame, la fantasia galoppa.

Sorgente: Un ristorante serve carne umana a Tokyo? Era una fake news – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.