Quante volte al ristorante ordiniamo troppo cibo?Le proposte sono così invitanti… Come si fa a resistere? Il problema è il rischio di far avanzare il cibo nel piatto. E questo sì, è un vero peccato. Anche perché la pietanza era davvero squisita ma il nostro stomaco sventola bandiera bianca.Quanti di voi hanno il coraggio di chiedere di poter portare a casa gli avanzi?Si può fare, ovviamente. Solo che spesso per pudore e vergogna non si chiede niente e così dell’ottimo cibo finisce nella spazzatura.In America la soluzione esiste da moltissimi anni. Si chiama “doggy bag” e permette ai clienti di portarsi a casa il cibo avanzato. E adesso anche in Italia è possibile. A Modena è nata la “Food Bag”. In che cosa consiste? In un kit di vaschette nate apposta per contenere i nostri avanzi. Il progetto è sostenuto da 13 enti tra Istituzioni e associazioni di categoria. Grazie a questo circuito di enti e ai ragazzi del liceo artistico Venturi, che hanno disegnato le vaschette, il cliente potrà uscire dal ristorante con la sua “sporta” piena di cibo.Uno dei promotori del progetto, Gian Carlo Cerchiari, vicepresidente della Camera di Commercio di Modena, ha affermato:«Io per primo, al ristorante, mi sono sempre vergognato a chiedere la vaschetta per gli avanzi, anche se in realtà la cosa di cui ci dovremmo vergognare è lo spreco».Anche Luca Marchini, presidente del Consorzio Modena a Tavola e chef de “L’Erba del Re”, ristorante da una stella Michelin, ha dichiarato:«Noi dobbiamo far sì che il cliente possa chiedere la Food bag senza sentirsi a disagio iniziando a fare quello che all’estero sta avvenendo da tanto tempo, ovvero il riutilizzo degli avanzi del pasto per la sera o per il giorno dopo in base a un concetto di sostenibilità morale». Insomma: basta sprechi alimentari! E buon appetito a tutti!

Sorgente: Nasce “Food bag”, il kit che permette di portarsi a casa il cibo avanzato – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.