Il campionato spagnolo, sulla falsa riga delle leghe professionistiche americane come NBA o NFL, è pronto a sbarcare negli USA e in Canada. La Liga ha infatti ufficializzato un accordo di 15 anni che porterà alcune partite del campionato spagnolo in Nord America. E’ la prima grande lega professionistica a lanciarsi in un’avventura all’estero.

Come NFL o NBA, che da parecchi anni ormai regolarmente fanno tappa a Londra con partite ufficiali. Così farà anche la Liga.

Il campionato spagnolo ha ufficializzato infatti un contratto di 15 anni con ‘La Liga Nord America’, società istituita proprio per permettere lo sbarco di Barcellona e Real Madrid, oltre che di Atletico, Valencia, Siviglia e tutte le altre negli Stati Uniti e Canada.

Almeno una partita all’anno del campionato spagnolo verrà dunque giocata in suolo americano, facendo della Liga il primo grande torneo calcistico europeo a tentare la vera e propria avventura all’estero.

Qualche mese fa in fondo di discuteva da più parti sulle parole provocatorie “un giorno Real Madrid-Barcellona verrà giocata a New York”. Beh, oggi, dunque, eccoci qui con il primo passo ufficiale.

Resta solo da capire quante e quali partite verranno giocate in trasferta negli USA; e come i club si porranno dal punto di vista della concordanza casa/trasferta. Dovesse essere scelta infatti una sola partita durante la stagione, una squadra sarebbe irrimediabilmente svantaggiata da non poter giocare rispetto a tutte le altre lo stesso numero di partite tra le mura amiche del proprio stadio.

Effetto collaterale da considerare a fronte del tentativo di esplorazione del Nord America – e di tutti i suoi denari – che la massima dirigenza del campionato spagnolo ha ufficialmente deciso di percorrere. Seguiranno le altre?

Sorgente: La Liga sbarca negli Stati Uniti: i club spagnoli giocheranno partite ufficiali all’estero

Leave a Reply

Your email address will not be published.