Ecco perché gli spaghetti non si spezzano in due

Se provate a spezzare uno spaghetto in due parti, rimarrete delusi. Solitamente si rompe in tre o più pezzi. A spiegare le ragioni del fenomeno è ora la scienza. A condurre lo studio è stato un gruppo di ricercatori del MIT, il Massachussets Institute of Technology di Cambridge, pubblicando i risultati sull’autorevole rivista accademica “Proceedings of National Academy os Sciences”.

Nel 2005 due fisici francesi spiegarono che dopo la prima rottura, in corrispondenza del punto di massima curvatura, una sorta di “energia elastica” rimbalza sul resto dello spaghetto, rompendolo ancora. E perché non si rompono in due? Ecco la scoperta di questi giorni: bisogna torcerli. La torsione in qualche modo bilancia le forze dovute alla piegatura dello spaghetto. Gli scienziati hanno provato la teoria con una macchina in grado di sottoporre lo spaghetto a questa torsione controllata, arrivando alla formulazione scientifica e alla perfetta spezzatura in due parti.

Sorgente: Ecco perché gli spaghetti non si spezzano in due – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.