Case, vestiti, automobili, qualunque cosa sia in vendita ormai è anche in affitto. L’ultima svolta nel mondo della sharing economy la detta Ikea. L’azienda svedese, spiega il sito svizzero 20 Minuten, sta preparando un’offerta per venire incontro alle esigenze delle fasce meno abbienti la cui vita è in continuo movimento: i mobili saranno anche in affitto.

L’Ikea mantiene il riserbo sulla data d’inizio del progetto ma sa già a chi è rivolta: agli studenti, alle generazioni più giovani, ai pendolari e coloro che devono spostarsi spesso. L’azienda ha specificato di aver già pronta una selezione di mobili. Il quotidiano svizzero riporta le parole di un portavoce della multinazionale del mobilio, secondo cui quello che serve a uno studente: “Più che un mobile completo per la televisione, è un tavolo o un divano”. Secondo Tilman Slembeck, professore di economia all’Università di Scienze Applicate di Zurigo, il fatto che questa possibilità si sia presentata così tardi è: “Una sorpresa. In America il noleggio dei mobili è storia vecchia”. In questo modo Ikea coprirebbe una grande fetta di mercato.

Ci sono anche degli svantaggi. Ad illustrarli è Christian Fichter, psicologo di business presso l’Università di Scienze Applicate di Kalaidos. Secondo lo studioso infatti il noleggio di mobili potrebbe essere alla lunga più costoso di quanto non lo sia l’acquisto diretto, soprattutto se l’affitto avviene in brevi periodi. Considerando che l’azienda svedese offre un piano di restituzione che permette di riportare in negozio il pezzo comprato e restituirlo, integro e pulito, entro 365 giorni dall’acquisto.

 

Sorgente: Ikea abbraccia la sharing economy: i mobili saranno anche in affitto

Leave a Reply

Your email address will not be published.