È morto il  creatore de “L’uomo tigre”, il regista Keiichiro Kimura

Il regista giapponese Keiichiro Kimura, creatore dei cartoni animati più amati degli anni ’80, è morto all’età di 80 anni. Ha avuto un infarto. Tutti lo ricordano come il papà de “L’Uomo tigre”, mitico cartone animato che ha fatto sognare i ragazzi di quella generazione. Il personaggio con la maschera a forma di tigre che si batte in nome della legalità, che tutti hanno sognato di essere almeno una volta nella vita.

I suoi cartoni sono indimenticabili, dei veri e propri cult. Da “Mimì e la nazionale di pallavolo”, creato nel 1969, a “Sam, il ragazzo del west” del 1947. Fino, appunto, ad arrivare a “L’uomo tigre” forse il suo più conosciuto in occidente. Come scordare le lunghe corse prima di ogni colpo dell’Uomo Tigre, “che lotta contro il male”.

Kimura ha cominciato a lavorare per la Toei Animation nel 1961. Ha risposto a un annuncio pubblicato su un giornale. Esordisce così come disegnatore. Prima lavora per alcuni lungometraggi e poi passa ai programmi per la televisione. Di colpo, diventa character design e direttore dell’animazione. Da questo momento in poi, il mondo dei cartoni animati non sarà più lo stesso.

Anche in Italia, molti utenti sui social lo ricordano con affetto. “Condoglianze, da un fan italiano. Tuo padre ha segnato la mia infanzia. Lo ricorderemo sempre”, “L’ultimo saluto a uno degli uomini che ha reso un po’ più felice la mia infanzia e la mia adolescenza”: queste le parole che alcuni fan hanno voluto dedicare a un’icona dei cartoon degli anni ’80.

Sorgente: È morto il creatore de “L’uomo tigre”, il regista Keiichiro Kimura – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.