Sono passati esattamente 100 anni dalla seduta della Camera dei Deputati che il 20 novembre 1918 (a pochi giorni dalla fine della prima guerra mondiale) inaugurò la nuova aula di Montecitoriorealizzata dall’architetto Ernesto Basile. Si unirono così nella stessa giornata le celebrazioni per la pace riconquistata e l’inaugurazione di quello che sarà, da quel giorno in avanti, il cuore della democrazia parlamentare italiana.

Montecitorio ha ricordato quegli eventi, nel corso di una cerimonia alla presenza del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, aperta dal Presidente della Camera, Roberto Fico.

Quest’Aula è stata testimone di molti avvenimenti che hanno segnato gli ultimi cento anni di storia italiana. È il luogo in cui trova espressione la sovranità popolare, il luogo in cui attraverso il confronto si assumono decisioni destinate a incidere sulla vita della comunità. Il luogo dove costruire il futuro”, ha detto il presidente della Camera, Ficoalla cerimonia. “Un Parlamento che mantiene la sua centralità nel sistema democratico – ha aggiunto – infonde nei cittadini il senso di appartenenza alla comunità e di fiducia nel futuro. Un futuro che costruiamo ogni giorno con tutte le azioni che compiamo”.

Proprio in coincidenza con la ricorrenza centenaria e’ stato emessoun foglietto che racchiude un francobollo celebrativo, il quale reca la lettera ”B”, indicativa della tariffa della posta ordinaria per il territorio nazionale. La vignetta e il foglietto contengono appunto un’immagine dell’emiciclo dell’Aula.

“Celebrazioni come questa servono a non dimenticare, a non dare mai niente per scontato – ha detto Roberto Fico al termine della cerimonia -. La democrazia non è scontata; non è scontata la pace; non è scontato il nostro sistema di valori, il nostro tenore di vita. Tutti insieme ogni giorno dobbiamo lottare per cercare di mantenere forte e salda la democrazia, che non è mai scontata: nel nostro Paese e nel mondo”.

Nel bollettino illustrativo dell’emissione il presidente della Camera, Roberto Fico, rileva che ”solo un Parlamento che opera nell’esclusivo interesse generale e risulta capace di esprimere una visione del Paese può infondere nei cittadini senso di appartenenza alla comunità e fiducia nel futuro, perché l’Aula parlamentare è innanzitutto il luogo della proposta, dell’ascolto e dell’analisi di scelte destinate a incidere sulla vita di milioni di persone”. ”I cittadini conclude Fico – devono potersi rispecchiare in questi luoghi, sentirli propri: il Parlamento è la casa di tutti. Il mio auspicio, in questo centenario, è quindi che un numero sempre maggiore di italiani voglia entrare a Montecitorio e sentirvisi come a casa propria. E che le occasioni di incontro possano essere sempre più numerose anche grazie a nuove iniziative e a strumenti che diano la possibilità ai cittadini di partecipare attivamente alla definizione delle grandi scelte politiche e legislative del nostro Paese”.

Alla cerimonia a Montecitorio gli storici Alessandro Barbero e Simona Colarizi e lo scrittore Paolo Di Paolo e la proiezione di un video prodotto da Rai Storia. Il duo “Musica Nuda” per l’Inno d’Italia all’inizio della cerimonia e l’Inno Europeo al termine.

Nel pomeriggio, alle 18, nell’Aula del Palazzo dei Gruppi parlamentari, alla presenza del Presidente Fico, in anteprima il documentario “L’Aula di Montecitorio, un secolo tra Arte e Storia”, una produzione di Sky Arte realizzata da Tiwi.

Presso la Sala della Regina è stata inoltre allestita la mostra “La nuova Aula della Camera dei deputati. Il progetto di Ernesto Basile per Montecitorio”. La mostra, realizzata dalla Camera in collaborazione con l’ Archivio Basile e l’Università di Palermo, espone un ricco materiale documentario, anche inedito, sul percorso che condusse al conferimento all’architetto Basile dell’incarico di progettare la Nuova Aula, sulla definizione del progetto e sui lavori di realizzazione delle opere.

Sorgente: Cento anni della Camera, Fico: ‘La democrazia non è scontata, serve lotta quotidiana’. Mattarella alle celebrazioni – Politica – ANSA.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.