C’è chi si addormenta con il fruscio delle foglie, chi con lo scorrere dell’acqua di ruscello, chi con cinguettii di passerotti,  chi seguendo sdraiato nel letto il proprio respiro (la tecnica 4-7-8 promette in 60 secondi il crollo tra le braccia di Morfeo),  chi rilassato con la posizione yoga shavasana, chi recitando un mantra, chi solo con una maschera sul viso ecc ecc…dormire bene è la prima fonte di ricarica dallo stress quotidiano. Ricercare il sonno salutare è un’impresa a volte complicata, oltre che dalle condizioni di salute e ambientali, anche dai piccoli riti senza i quali sembra che addormentarsi sia impossibile.

Con l’intento di evitare o limitare i farmaci contro l’insonnia, in questi anni si è sviluppata una vera e propria ‘sleep technology’ fatta di app per la meditazione serale, suoni concilianti, monitoraggio del sonno, metodi per chi russa e toolsossia strumenti, aggeggi che vanno da robot da abbracciare nel letto (si avete letto bene, robot) a maschere e tappetini da mettere sotto le coperte. L’americano Jason Negri che soffriva di apnee notturne ha cominciato ad appassionarsi di questo trend tecnologico (al Ces di Las Vegas a gennaio 2019 c’è un intero frequentatissimo settore della fiera su questo) diventando un grande esperto e aprendo un sito, technologyofsleep.com su cui fa recensioni e approfondimenti sul tema. A lui abbiamo chiesto una panoramica delle app per dormire più interessanti.

Ecco 11 app più popolari per dormire

SLEEPING APP

Headspace
Forte di una grande pubblicità sui social network gode di una notevole popolarità anche in Italia benchè sia solo in lingua inglese. Non è una sleeping app vera e propria, serve per imparare a meditare, inizialmente con lezioni gratuite, quindi con sessioni a pagamento. Rilassare corpo e mente, rilasciare le tensioni, respirare profondamente aiuta a conciliare il sonno, così raccontaEmma Watson che ne è la testimonial principale. Il fondatore di Head Space è un medico buddista, Andy Puddicombe che si avvale di diverse tecniche di meditazione da focalizzare su salute, lavoro, vita sentimentale, autostima.

Shazzie
Addormentati con le meditazioni originali di Shazzie, acclamato autore di numerosi libri sul tema della meditazione. Questa app include anche la musica del musicista e guaritore Ali Calderwood. La sessione di 26 minuti è progettata per avere un effetto terapeutico, che consente di rilassarsi e avventurarsi in un profondo sonno meditativo. Puoi acquistare meditazioni aggiuntive nell’app e programmare meditazione e risveglio su misura anche per brevi sonnellini pomeridiani.

Sleep Well Ipnosi

L’insonnia e l’ansia possono interrompere il sonno e portare a uno scarso benessere generale. La risposta non è sempre in sonniferi. Sleep Well Ipnosi utilizza suoni rilassanti insieme alla voce di un ipnotizzatore per aiutare gli utenti a rilassarsi e riposare. Secondo i creatori, l’uso dell’app può ridurre i pensieri ansiosi e migliorare il sonno in un periodo che va da una a tre settimane.

Sleep Genius
Questa app è stata progettata sulla base della tecnologia utilizzata dalla NASA per far addormentare gli astronauti nello spazio. Utilizza algoritmi neurosensoriali per creare suoni che guidano il cervello attraverso l’intero ciclo del sonno, dalla fase dell’addormentamento, alla fase Rem fino al risveglio.

Timeshifter
Per chi ama viaggiare ma odia il jet leg, c’è una app dedicata: si chiama Timeshifter, è basata su studi di ritmi circadiani condotti dal professor Steven Lockley della Harvard Medical School. E’ utilissima ed efficace per superare problemi di jet lag durante una breve vacanza o in un viaggio di lavoro. La app è completamente personalizzabile: si inseriscono le proprie abitudini sonno-veglia (esempio: sei un tipo mattiniero o ami far tardi la sera, non puoi evitare di fare un pisolino pomeridiano, fatichi ad addormentarti, ti svegli continuamente), vanno aggiunti tutti i dati del volo, del paese di partenza e di arrivo. La app ti invierà, anche in modalità off line, tutte le indicazioni su cosa fare per minimizzare gli effetti del fuso orario: quando spegnere la luce o accenderla, quando addormentarti, quando rimanere sveglio e vederti un film, fare uno spuntino.

Soundly
Chi russa ha apnee notturne, negli USA questo è un problema molto sentito per cui esistono rimedi di vario genere per diminuire l’entità e il numero delle apnee. Tra questi rimedi c’è Soundly, una app clinicamente testata che riesce a ridurre il russare senza la necessità di indossare nessuna maschera, funziona grazie alla riproduzione di un video con la propria voce sullo smart phone.
Quando una persona che russa si addormenta, i muscoli delle vie aeree superiori si rilassano bloccando le vie respiratorie. L’app è un gioco a comando vocale sul tuo iPhone che grazie a dei suoni e quindi a delle vibrazioni, mette in moto e rafforza i muscoli delle vie aeree superiori della mascella riducendo le vibrazioni che causano il russare. Va usata almeno 15 minuti al giorno per migliorare la respirazione notturna.

Sleepscore
SleepScore, completamente gratuita, è la prima app del suo genere sul mercato. Va collegata al proprio smartphone e tramite microfoni e altoparlanti rileva i modelli di sonno degli utenti e definisce in quale fase del sonno ci si trova in base ai movimenti del corpo. A questo punto la app invia onde sonore inudibili, che vengono riflesse dal corpo dell’utente e ricevute di nuovo nel microfono. Gli algoritmi avanzati di SleepScore interpretano la forma e il movimento delle onde sonore riflesse per rilevare lo stato e la qualità del sonno.

Sleep Cycle
Sleep Cycle si basa su una tecnologia brevettata in grado di tracciare, monitorare e valutare i ritmi del tuo sonno utilizzando l’analisi del suono e delle vibrazioni. Con questi dati, la app genera grafici e report per visualizzare i cicli di sospensione del sonno. Ha una sveglia programmata per suonare e svegliarti nel momento meno invasivo ovvero quello in cui il sonno è più leggero. Sviluppata da Glenn Harrold che vanta oltre 20 anni di esperienza di ipnoterapia, Sleep Cycle mette a disposizione circa 80 registrazioni di ipnoterapia, meditazione, trattamenti specifici per l’ansia acquistabili in app. I componenti audio presentano affermazioni stereo-eco, che si spostano da un orecchio all’altro per un effetto davvero rilassante. Se stai cercando di ottenere di più dai sonnellini diurni o da un sonno notturno più riposante, questa app genera suoni che possono aiutarti a rilassarti, possibilità di selezionare una voce femminile o maschile.

Pzizz
Pzizz la app per addormentarti consigliata da J.K. Rowling autrice di Harry Potter, e da Steve Jobs.
Secondo Rockwell Shah, il CEO di Pzizz, molte persone dormono poco perchè pensano troppo e non riescono a smettere di pensare, questa è la app che ti aiuta a liberare la mente dai tuoi pensieri. Immaginala come la colonna sonora del tuo sonno: Pzizz utilizza una tecnologia basata sulla teoria della psicoacustica, ovvero come ognuno di noi percepisce i vari suoni. Combinando musica, suoni, rumori, in un certo modo, si può calmare la tua mente farti addormentare e mantenere il tuo sonno fino ad un risveglio fresco ed energetico.

Noisli
Questa applicazione è ideale per le persone con insonnia e problemi di concentrazione durante il giorno. Si basa su mix di suoni ambientali personalizzati che coprono i rumori esterni sia di giorno che di notte. Vari studi dimostrano infatti che suoni di sottofondo se ripetuti a basso volume, distraggono la mente, la liberano da pensieri negativi e aumentano addirittura la creatività. Noisli può essere definita come il DJ del tuo sonno, tra i vari suoni che puoi scegliere per estraniarti anche il rumore di Starbucks, se ti rilassa stare tra la gente che beve un caffè.

Sleepzy 

Sleepzy è una sveglia intelligente che monitora il tuo sonno e ti sveglia nel momento in cui il sonno è più leggero in modo tale che ti non ti senta disorientato al risveglio e possibilmente nemmeno di cattivo umore. Basta metterla vicino al cuscino per far si che ogni giorno il tuoi cicli sonno- veglia siano monitorati. Svegliarsi nel momento più opportuno ovvero fuori dalla fase REM, la fase più profonda, quella in cui si sogna, è fondamentale per non sentirsi stanchi durante tutto il giorno. La app ti segnala anche degli alert nel caso in cui tu non dorma abbastanza.

Sorgente: Dormire con le app, 11 applicazioni di sleep technology che devi conoscere – Beauty & Fitness – ANSA.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.