Primari in pensione offrono cure gratis a chi non può permettersele

Borgomanero, in provincia di Novara26 primari in pensione hanno deciso di aiutare le persone indigenti e di prestare loro cure mediche gratuite, assistiti da personale volontario. Il loro intento è quello di aiutare le persone in difficoltà che non si possono permettere visite e cure specialistiche, come ad esempio anziani soli, disoccupati e richiedenti asilo.

I medici presteranno il loro servizio presso un poliambulatorio che offre 17 diverse tipologie di prestazioni, dalla cardiologia all’ortopedia, fino alla medicina interna. L’iniziativa di solidarietà è stata promossa dall’Associazione Auser, presieduta dall’ex sindacalista Maria Bonomi: “La nostra è una scelta di vita – ha raccontato – in gioventù ho sperimentato la povertà, quella vera. Per questo il mio sogno prima di morire era di dare agli altri ciò che a me è mancato. Dopo la crisi economica ho iniziato a vedere tante situazioni difficili che riguardavano non più solo i pensionati, ma anche molti lavoratori disoccupati o cassaintegrati, dovevamo fare qualcosa”.

In realtà, il poliambulatorio Auser ha aperto 8 anni fa con pochi medici, poi negli anni è riuscito ad ampliarsi fino ad arrivare a 26 dottori e a numerosi assistenti volontari e a dotarsi di tutti gli apparecchi per eseguire test diagnostici come ecografie, elettrocardiogrammi, holter ed ecodoppler; da circa 6 mesi, inoltre, è stata attivata anche una convenzione territoriale che garantirà ai pazienti anche le cure odontoiatriche.

L’iniziativa di questa associazione e l’impegno dei primari coinvolti sono degni di ammirazione ma tutto questo fa anche riflettere sul fatto che il Sistema Sanitario Italiano ormai non è più in grado di garantire l’assistenza a tutti i cittadini.

 

Sorgente: Primari in pensione offrono cure gratis a chi non può permettersele – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.