È morto Masazo Nonaka, l'uomo più vecchio del mondo: aveva 113 anni

Credits: Instagram

Masazo Nonaka nato il 25 luglio del 1905 e morto il 20 gennaio 2019, all’età di 113 anni e 179 giorni. 9 mesi fa il giapponese era entrato nel Guinness dei primati come uomo più vecchio del mondo: a lasciargli il testimone era stato lo spagnolo Francisco Núñez Olivera, scomparso il 28 gennaio del 2018 all’età anche lui di 113 primavere. Ad aprile scorso il supercenteranario aveva ricevuto il riconoscimento direttamente presso la sua abitazione ad Ashoro, sull’isola settentrionale di Hokkaido. Masazo Nonaka aveva 5 figli, solo due dei quali ancora in vita e una nipotina, che lui descriveva come il suo segreto di longevità. Di lui la bambina diceva che era golosissimo, che leggeva moltissimi quotidiani e che andava spesso alle terme. Non sappiamo se queste cose facciano bene a una lunga e duratura vecchiaia, ma sta di fatto che Masazo ne ha beneficiato molto.

Nonaka era conosciuto il tutto il Giappone, era il nonno per eccellenza. Il suo sguardo dolce, il sorriso sempre stampato sulle labbra e quella tenerezza nell’espressione che solo una persona così anziana può avere, lo hanno reso famosissimo. Masazo è nato qualche mese prima che Einstein desse alla luce la teoria della relatività. Era un bambino, aveva solo 9 anni, quando scoppiò la Prima Guerra Mondiale e 36, invece, quando ci fu l’attacco di Pearl Harbor. La sua vita è stata piena e intensa, ne ha viste davvero tante: ha vissuto sulla sua pelle le grandi tragedie che hanno segnato l’umanità intera e anche le più belle scoperte.

Il Giappone non è nuovo a questo tipo di Guinness: lo scorso settembre, infatti, si sono registrati ben 69.785 centenari, per lo più donne, come l’essere umano più vecchio di tutti i tempi: Kane Tanaka.

 

Sorgente: È morto Masazo Nonaka, l’uomo più vecchio del mondo: aveva 113 anni – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.