Se i girasoli sono il suo soggetto floreale piu’ famoso, Vincent van Gogh dipinse anche una serie di nature morte con vasi di papaveri. Una di queste, rimasta per 30 anni nei magazzini del Wadsworth Atheneum Museum of Art di Hartford in Connecticut, e’ stata autenticata dagli esperti del Van Gogh Museum di Amsterdam come realmente opera dell’artista. Nel corso del processo c’e’ stata una sorpresa: gli specialisti hanno scoperto un ritratto maschile sotto la stesura finale del quadro: la prova che van Gogh aveva riutilizzato la tela per risparmiare fondi. I papaveri di Hartford si aggiungono alla natura morta con frutta e castagne accettata come autentica in febbraio al San Francisco Museum of Arts. Per l’attribuzione dei papaveri gli esperti hanno esaminato la tela, la preparazione, i pigmenti e lo stile. La natura morta e’ adesso datata all’inizio dell’estate 1886, pochi mesi dopo l’arrivo del pittore a Parigi, anche sulla base della stagione della fioritura, di solito tra giugno e luglio.

Sorgente: Papaveri di un museo del Connecticut attribuiti a van Gogh – Ultima Ora – ANSA

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.