Decine di manifesti con i sonetti di Leopardi, Shakespeare e Ungaretti sono stati affissi per ricoprire i graffiti razzisti

ANSA

Fiumicino si è svegliata questa mattina “invasa” da sonetti di illustri poeti. Mani ignoti, durante la notte, hanno affisso decine di manifestini bianchi su muri, alberi e pali di varie strade e sulla passerella pedonale sul Tevere, che riportano sonetti di Giacomo Leopardi, William Shakespeare, Sandro Penna e Giuseppe Ungaretti.

I manifesti con i versi degli illustri poeti sono stati applicati per ricoprire simboli di Forza Nuova, svastiche e scritte razziste.

ANSA

ANSA

Sorgente: A Fiumicino i sonetti di Leopardi, Ungaretti e Shakespeare per coprire le svastiche | L’HuffPost

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.