Liam Gallagher si propone come Premier britannico

Liam Gallagher torna a far parlare di sì, questa volta non per qualche polemica scoppiata con qualche altro artista o per un litigio con il fratello Noel, bensì per ragioni politiche.

Ebbene sì, l’ex leader degli Oasis si è infatti proposto come candidato per diventare il Primo Ministro britannico. Tutto è nato dopo l’uscita della notizia che i candidati alla successione di Theresa May, ossia Rory Stewart e Michael Gove, hanno fatto uso di oppio e cocaina in passato. Il ragionamento del cantante, in sostanza, è questo: se si sono candidati loro, allora davvero chiunque può farlo.

Mi chiamo Liam Gallagher, ho quattro bellissimi bambini – ha scritto il cantante su Twitter – negli anni mi sono dilettato con le droghe, ho avuto molti numeri 1, adesso mandatemi le chiavi del numero 10 e metterò in ordine questo mucchi di m***a. Perché io? Perché no?”. Ovviamente con il numero 10 Liam si riferisce al civico numero 10 di Downing Street a Londra, dove risiede il Primo Ministro. Ma non è finita qui: poco dopo, a un fan che gli chiedeva quale sarebbe la sua prima azione da Premier, Liam ha risposto: “Il ritorno degli Oasis per legge”. Poche ore dopo ha twittato di nuovo scherzando col suo nome: “ParLIAMent, forza lo sapete anche voi”.

In questi giorni, insomma, Liam sembra davvero molto preso dalle questioni politiche che riguardano il suo paese e ne ha per tutti, anche e soprattutto per il fratello Noel: due giorni fa, infatti, sempre su Twitter il cantante ha attaccato il fratello, criticandolo per essersi espresso sulla Brexit pur essendosi astenuto dal voto: “Non c’è nulla di peggio – ha scritto Liam – di uno st****o che non vota ma poi esprime un’opinione su qualsiasi cosa”. Il cantante si è rivolto al fratello chiamandolo “Dolly Gallagher”, proprio come nel 2017, quando lo criticò accusandolo di cantare le canzoni degli Oasis come farebbe Dolly Parton, la star della country music.

 

Sorgente: Liam Gallagher si propone come Premier britannico – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.