Occhio all'effetto "natsubate": è sempre più diffuso in estate

Avverti una particolare difficoltà nella digestione, una continua sonnolenza e un senso di spossatezza che ti accompagna per tutto il giorno? Potrebbe trattarsi proprio dell’effetto natsubate!

“Natsubate” è un termine giapponese che deriva dall’unione di due parole: “natsu”, cioè estate, e “bate”, stanchezza. Dunque si traduce letteralmente con «sfinimento estivo». Questo effetto comporta la dispersione di liquidi, minerali e nutrienti ed è dovuto alla prolungata esposizione a temperature elevate e all’afa estiva.

Il dottor Takao Matsumoto, del Tokyo Rinkai Hospital, spiega che il natsubate è una conseguenza del surriscaldamento del corpo e del conseguente accrescimento della sudorazione. Per gli esperti si tratta di sintomi da non sottovalutare, perché possono sfociare nei casi peggiori nella disidratazione. D’altra parte si possono contrastare senza troppa fatica. Ma come?

Innanzitutto si consiglia di bere almeno 2 litri di acqua al giorno, limitare al minimo le bevande zuccherine e gassate, i grassi e il sale. Secondo alcuni esperti, come la dietologa e nutrizionista Keiko Kamachi, professoressa alla Kagawa Nutrition University di Tokyo, una dieta equilibrata e leggera può aiutare molto.

Sono consigliati pasti regolari e l’aggiunta di spuntini a metà mattinata e a metà pomeriggio, con un maggiore consumo di frutta e verdura di stagione, ma anche quello di frutta secca. La dottoressa Kamachi, ad esempio, consiglia di incrementare l’assunzione di ortaggi di stagione (come pomodori, melanzane e cetrioli) e di frutti (come anguria, pere e pompelmo giapponese).

Dunque, gli effetti del caldo si possono combattere efficacemente con una sana alimentazione!

 

Sorgente: Occhio all’effetto “natsubate”: è sempre più diffuso in estate – Radio 105

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.