INSTAGRAM

“Zero stare sereno, il panico vero”, cantano i TheGiornalisti nella traccia che apre il loro ultimo disco. Eppure Marco Primavera e Marco Rissa Musella – rispettivamente batterista e chitarrista/bassista/tastierista della band romana – di panico sembrano non provarne, nemmeno alla vigilia di un appuntamento importante come quello del 7 settembre, che li vedrà esibirsi insieme al loro frontman Tommaso Paradiso al Circo Massimo di Roma. Ma tanta emozione, quella sì. Sensazioni che oggi i due musicisti raccontano ad HuffPost.

“Sarà un onore e un orgoglio salire su quel palco. Speriamo di fare da apripista ad altri nostri colleghi”, ci confidano. I TheGiornalisti, infatti, sono la prima band italiana ad esibirsi presso l’antico circo romano. Prima di loro, il Circo Massimo ha ospitato artisti di fama internazionale come Bruce Springsteen e Rolling Stones, solo per fare qualche nome.

“Ovviamente i Rolling Stones sono qualcosa di troppo grande con cui confrontarsi, questo concerto è una cosa a cui non riesco ancora a credere. Quando abbiamo iniziato a suonare le nostre aspettative erano ben più modeste. Agli esordi la mia massima aspirazione era arrivare ad essere famosi tanto quanto un gruppo importante del circuito indie come i Baustelle, poi le cose sono andate oltre”, confessa Marco Rissa Musella.

Si tratterà di una grande festa, diversa dai concerti che la band romana ha affrontato fino ad oggi. Primavera definisce la data del 7 settembre “un coronamento per due anni di attività in ascesa”. Un evento che, perdipiù, coincide col decimo anniversario della band. “Era il 2009 quando, proprio nelle vicinanze del Circo Massimo e dei Fori Imperiali, ci dicevamo di voler formare il gruppo”, prosegue il batterista.

Un concerto in grande stile che però non ha mancato di sollevare rumors. “Thegiornalisti, concerto al Circo Massimo a rischio flop”, titolava Il Messaggero, snocciolando dati di prevendita poco incoraggianti per la data romana. Una circostanza smentita dai due musicisti.

“Quei dati non rispecchiano la situazione attuale delle vendite. Non capisco da dove siano stati presi. Manca ancora un mese, le gente compra i biglietti anche all’ultimo minuto e la “Love Area” è già sold out: come si fa a parlare di flop?”, sostiene Marco Primavera.

L’opinione del batterista è netta: “Il fatto è che dai TheGiornalisti ci si aspetta il tutto esaurito sei mesi prima del concerto perché, negli ultimi due anni, le cose sono andate in questa maniera. Ma il sold out non è l’unica condizione per fare un concerto. I flop sono ben altri”.

A fare eco al batterista giunge Rissa Musella: “Quell’articolo non mi ha scosso, so che le cose stanno in maniera diversa e che i nostri fan ci seguono. Le conferme positive sono tante, anche da parte dell’entourage”.

A proposito di gossip, nelle scorse settimane il settimanale “Chi” aveva parlato di una possibile crisi in seno alla band romana e della presunta volontà del frontman Tommaso Paradiso di intraprendere la carriera da solita. “Aria di crisi? Ma no. Ci siamo visti pochi giorni fa, prima di partire per le vacanze, e riguardo l’articolo che ipotizzava il nostro scioglimento ci siamo fatti una risata”, sostengono i musicisti.

INSTAGRAM

Insomma, nessuna nube all’orizzonte nel “matrimonio a tre” tra i TheGiornalisti? “Conviviamo benissimo. Capita di discutere, ma sempre su questioni prettamente legate alla musica. Certo, in questi anni siamo cresciuti e ci prendiamo più spazio per noi stessi. Ora ognuno ha la sua famiglia, la sua  fidanzata, ma fino a qualche anno fa vivevamo davvero in simbiosi, come fratelli. Oggi condividiamo le nostre esperienze personali, ce le raccontiamo, siamo una grande famiglia”, dice Primavera.

Marco Rissa Musella è addirittura convinto che le cose coi suoi colleghi non siano mai andate bene come nell’ultimo periodo: “Il nostro ‘matrimonio’ funziona alla grande. L’ultimo tour ci ha fatto riscoprire quanto è bello stare insieme nella quotidianità”. “Scioglimento? La fantasia di certa stampa è divertente, ma lascia il tempo che trova”, sostiene il chitarrista/bassista/tastierista della band romana.

Ogni redazione giornalistica che si rispetti ha una sua precisa gerarchia: redattori, caporedattori, vicedirettore, direttore… E ai TheGiornalisti, che dal mondo della carta stampata hanno tratto ispirazione per il loro nome, abbiamo chiesto di attribuirsi un ruolo all’interno della band.

“A me piace essere quello che sta dietro le quinte e gestisce le cose. Finché non abbiamo avuto un manager, mi sono occupato in prima persona di molte questioni. Poi siamo cresciuti, è subentrato il management, Tommaso è diventato un bravo comunicatore”, sostiene Primavera. Mentre Rissa Musella si definisce “quello che risolve problemi. Tengo i conti, la cassa”.

 

Sorgente: “Il Circo Massimo un flop? Dati non veritieri. Dai TheGiornalisti si aspettano il sold out sei mesi prima” | L’HuffPost

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.