Ecco che la vostra Radio Enjoy si tuffa nel mondo dello sci alpino 2019/2020.
In questa meravigliosa Otzal, troviamo la prima tappa della coppa del mondo di sci alpino sia femminile che maschile, ovvero l’austriaca Soelden.

sdr

In questo bianco week-end si terranno domani il GS femminile e dopodomani quello maschile con prima manche alle 10 e seconda alle 13.

I nostri azzurri si vedono e si sentono ipercarichi, specialmente gli uomini che con certezza, salvo cambi meteo dell’ultimmo secondo, tornerranno a correre sul Rettenbach.

Alla conferenza stampa tenutasi oggi presso l’Hotel Sunny, abbiamo trovato volti “vecchi e nuovi” che ci hanno espresso le loro impressioni ed obbiettivi per domani e la loro stagione.

dav

Sebbene domani siano previsti 6 gradi in partenza e 12 all’arrivo ed oggi non abbiano potuto fare l’ultima “sciata in pista”, confidano nell’organizzazione e di poter trovare ottime condizioni in pista. Marta Bassino ci confida, però, che , in caso dovessero “salare la pista” per permettere alla neve di esser più “dura”, che ad Ushuaia hanno avuto modo di fare alcune prove con questo tipologia di neve proprio a causa del caldo che avevano riscontrato anche lì.

Federica Brignone, domani col numero 6, ricordiamo essere l’unica italiana dopo Denise Karbon ad esser riuscita a vincere qui, è in ottima forma e non vede l’ora di gareggiare domani, cercando di migliorare il suo secondo posto dell’anno scorso(confida anche che questa stagione valuterà di gara in gara se partecipare in tutte le sei discipline in cui si è allenata o concentrarsi su quelle sue favorite).

Karoline Pichler è finalmente al suo “ri-esordio” e spera di ripartire alla “carica” per questa sua “prima e vera” stagione dopo gli sfortunati infortunii(partirà dopani col numero 60). Vuole concentrarsi sul gigante e tornare a fare velocità.

Col numero 64 partirà Sofia Goggia che non avenddo totalizzato più di 500 punti FIS l’anno scorso si vede costretta a partire nelle “retrovie”(66 saranno le partenti di domani) e suo obbiettivo sono, oltre tornare nelle 30 in gigante, anche le coppette di specialità delle discipline veloci(ancora vede lontana la coppa generale).

Irene Curtoni non molla il gigante, le piace molto questa disciplina, sebbene abbia dichiarato di aver voluto “salvare punti” per non perdere la posizione nelle prime 15 in slalom speciale. l’obbiettivo è entrare nelle 30 in gigante.

Francesca Marsaglia, così come Ieie che domani sarà col numero 25, è molto “affezionata” a questa disciplina tecnica e grazie ai suoi punti è riuscita a rimanere nelle 30 . Solden per lei è speciale ed è un buon inizio per questa lunga stagione e la vedremo col pettorale 26.

Roberta Melesi, la conquistatrice del posto fisso in coppa del mondo dopo il suo primo successo lo scorso marzo, è tranquilla per domani: ” quello che arriverà, arriverà”. Stamattina non ha avuto modo di sciare, come le altre atlete, ma afferma di esser riuscita a provare la pista nelle scorse settimane ed ha come obbiettivo di poter abbassare i pettorali sia nel gigante che nel superG. La vedremo per la prima volta a Soelden col 46.

Marta Bassino, domani col numero 7, che tre anni fa ottenne il suo primo podio in coppa del mondo proprio qui a Soleden vuole tornare su uno di quei gradini ed ha come obbiettivo di arrivare al top in questa disciplina e crescere nelle altre.

Roberta Midali che ha vintoil confronto con Laura Pirovano, non vuole “sprecare quest’opportunità” e si ricorda che l’anno scorso è stata “tosta” come pista, ma nel sentire i tifosi che ci saranno anche domani “si gasa” e si “carica”. Lei avrà il pettorale 54.

Domink Paris al cancelletto di partenza a Soelden vuole prendere in considerazione questa disciplina per poter migliorare la tecnica che può servirgli per meglio riuscire nelle discipline veloci. Ha lavorato un po’ di giorni in Argentina col gruppo dei gigantisti.

Riccardo Tonetti punta molto sul gigante e vuole ben riuscire in entrambe le maches. Per domenica è molto positivo e non vede l’ora, dopo deìue anni, finalmente, di ricimentarsi sul muro del Rettenbach.

Simon Maurberger, vincitore uscente della coppa Europa(unico italino dopo Tonetti tre anni fa), si è allenato molto quest’estate e sente di poter fare un’ottima performance. Punta sicuramente al gigante ed a migliorare sullo slalom.

Luca De Aliprandini, unico a partie nel primo gruppo domenica, si vede già ad affrontare questa tosta pista e vuole arrivare a vincere in gigante quest’anno.

Hannes Zingerle è contento di esser entrato nel gruppo della coppa del mondo e vuole affemarsi in gigante e grazie alla sua origine gardenese il questo muro austriaco ” non lo spaventa”.

Manfred Moelgg che gareggia dal 2003 spera che il caldo e la particolarità della gara non gli siano nemiche ed è pronto a ripartire per rientrare nei primi 10 di questa disciplina.

Giovanni Borsotti torna a Soelden dopo quattro anni di assenza a causa infortunii e rinvii di questa gara ed afferma di aver lavorato tanto sul gigante per poi provare in superg. Si concentrerà sulla “qualità” e non sulla “qualità”.

dav

Cliccare qui per la start list di domani.

dig

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.