Oggi abbiamo assistito al gigante femminile, colorato di rosa, domani sarà la volta dell’azzurro con il gigante maschile previsto sul Rettenbach con partenza alle 10 la prima manche ed alle 13 la seconda.

Domink Paris al cancelletto di partenza a Soelden vuole prendere in considerazione questa disciplina per poter migliorare la tecnica che può servirgli per meglio riuscire nelle discipline veloci. Ha lavorato un po’ di giorni in Argentina col gruppo dei gigantisti. Lo vedremo col numero 32.

Riccardo Tonetti punta molto sul gigante e vuole ben riuscire in entrambe le maches. Per domani è molto positivo e non vede l’ora, dopo due anni, finalmente, di ricimentarsi sul muro del Rettenbach col pettorale 21.

Simon Maurberger, numero 43 sul Rettembach, vincitore uscente della coppa Europa(unico italino dopo Tonetti tre anni fa), si è allenato molto quest’estate e sente di poter fare un’ottima performance. Punta sicuramente al gigante ed a migliorare sullo slalom.

Luca De Aliprandini, unico a partie nel primo gruppo domani col numero 15, si vede già ad affrontare questa tosta pista e vuole arrivare a vincere in gigante quest’anno.

Hannes Zingerle è contento di esser entrato nel gruppo della coppa del mondo e vuole affemarsi in gigante e grazie alla sua origine gardenese il questo muro austriaco ” non lo spaventa”: domani sarà col 45.

Manfred Moelgg che gareggia dal 2003 e domani sarà col 22,spera che il caldo e la particolarità della gara non gli siano nemiche ed è pronto a ripartire per rientrare nei primi 10 di questa disciplina.

Giovanni Borsotti torna a Soelden col pettorale 56 dopo quattro anni di assenza a causa infortunii e rinvii di questa gara ed afferma di aver lavorato tanto sul gigante per poi provare in superg. Si concentrerà sulla “qualità” e non sulla “qualità”.

dav



Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.